TEST e SLIDESHOW: Nikon D800

Workspace

La Nikon D800 è la reflex professionale full-frame ideale per lavorare in studio, per le lavorazioni aziendali e di cantiere, per documentare eventi e preparare materiali di promozione. Punto di forza il prezzo più equilibrato rispetto a quello delle ammiraglie e il sensore top di gamma

La reflex Nikon D800 si colloca a pieno titolo nell’olimpo delle reflex professionali digitali. Sgombriamo il campo dagli equivoci: il modello non rappresenta il top di gamma di casa Nikon, ma è un punto di riferimento imprescindibile per i professionisti, considerati prezzo (la metà del modello D4), freschezza e ‘distanza’ rispetto al più evoluto dei modelli reflex di fascia consumer. Nikon D800 ha però anche il pregio di farsi amare dal fotografo evoluto, appassionato, e che non necessariamente ha fatto della fotografia la propria professione principale, ma che ha comunque bisogno di prestazioni di primo livello e un corpo macchina robusto, adatto anche sopportare particolari situazioni di stress sul campo. Anzi in alcuni casi la sua scelta si fa preferibile, rispetto a Nikon D4, quando magari non conta la potenza del motore di scatto, ma ci si aspetta di più a una sensibilità Iso bassa per esempio per foto da studio. Invece, rispetto al modello Nikon D700 nella stessa fascia, la differenza sembra incolmabile, per il sensore.

Certo, perché Nikon D800 è punto di riferimento per quanto riguarda il sensore Cmos da ben 36 Megapixel, in formato FX. Nikon D800 non eccelle invece con la sua velocità di ripresa in sequenza fino a 4fps ma torna agli allora per la possibilità di registrare video in Full Hd sia in Fx che in Dx, anche in Live View. Non vogliamo soffermarci sulle caratteristiche tecniche specifiche per cui rimandiamo al distributore italiano. Ci preme invece offrire indicazioni sulla nostra esperienza di test quotidiano di oltre un mese.

[imagebrowser id=53]

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore