TEST: La workstation su misura di Rem Technology

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

Una workstation per la progettazione in grado di fare bene anche nel montaggio video e in ogni ambito professionale di alto livello. Scegliendo con attenzione i componenti si riesce a ottenere il massimo senza superare i 2.000 euro

Fino a poco tempo fa era quasi la regola farsi fare un computer su misura per le proprie esigenze, per modulare ad hoc ogni singolo componente, non rinunciare alle caratteristiche tecniche top a seconda della destinazione d’uso, e magari risparmiare un poco su altro hardware non ritenuto essenziale.

Se non sono proprio rosei i dati del mercato dei desktop, almeno in Europa, è pur vero che con un computer assemblato su misura anche la piccola azienda riesce a mettersi in casa una macchina da gara, per tanti aspetti con componenti da blasonata workstation, ma a un prezzo inferiore, messa su strada con l’ausilio e il supporto di personale competente.

Il Pc Rem Technology oggetto della nostra prova è quasi una macchina da sogno, quasi, solo perché abbiamo preferito non rinunciare a componenti interni di primo livello, risparmiando qualcosa laddove avremmo potuto avere il massimo, ma spendendo ancora di più e di questi tempi invece accontentarsi, ma con la qualità è quasi un dovere.

Prosegui: Descrizione