Settima generazione di CPU in campo anche per AMD

ComponentiWorkspace

Sono disponibili i primi desktop basati sui processori di settima generazione Bristol Ridge di AMD, che punta anch’essa sul miglioramento delle prestazioni multimediali

Non c’è solo Intel al lavoro per la diffusione dei suoi processori di settima generazione. AMD ha annunciato che sono già in vendita i primi sistemi desktop basati sulle sue APU A-Series di settima generazione: si tratta di computer di HP e Lenovo, altri produttori dovrebbero portare i loro sistemi sul mercato a breve. I nuovi desktop sono destinati principalmente agli utenti consumer, motivo per cui AMD ne sottolinea soprattutto le prestazioni nella gestione dello streaming video ad alta definizione e nel gaming, ma aprono la strada a modelli con un raggio d’azione anche più ampio.

Come Intel, anche AMD sottolinea le potenzialità del computing “immersivo” offerte dalla nuova generazione di processori, grazie alla loro potenza. Le CPU adottate nei sistemi sul mercato sono del tipo noto come Bristol Ridge, in versioni da 65 e 35 Watt che arrivano sino a quattro core Excavator. AMD li paragona direttamente con gli Intel Core i5 6500 (di sesta generazione Skylake, dato che le CPU desktop Kaby Lake sono ancora di là da venire) indicando che a parità di consumo garantiscono quasi il doppio di performance grafiche e la stessa prestazione con applicazioni di produttività.

AMD A- SeriesIl punto su cui AMD pone l’accento è proprio la parte grafica e video. L’adozione di Radeon Graphics Core Next prevede il supporto di DirectX 12 e nella parte video è possibile gestire streaming Ultra HD nei formati H.264 e H.265.

Con i nuovi processori Bristol Ridge arriva anche il socket AM4, che presenta l’importante vantaggio di essere compatibile con tutti i processori di settima generazione. Le schede madri previste per il socket AM4 comprendono anche l’uso di moduli di memoria DDR4 e, per la connettività alle periferiche, PCIe Gen 3, USB 3.1 Gen 2, NVMe e SATA Express.

Da notare che il socket AM4 è adatto anche ai futuri processori Summit Ridge, che portano prestazioni ancora superiori grazie a un numero più elevato di core e soprattutto per l’adozione della piattaforma Zen, con cui AMD vuole competere con Intel anche in campi ad alto margine come i sistemi per i datacenter.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore