Settima edizione per gli Sparc64

Workspace

Un nuovo modello quad core si aggiunge alla gamma di server, patrimonio comune fra Sun e Fujitsu Siemens Computers

Prosegue la sinergia tra Sun Microsystems e Fujitsu Siemens Computers, che hanno rinnovato la loro offerta con un aggiornamento a livello di motorizzazione rispetto alla famiglia di server basati su processori Sparc. Il processore della serie Sparc64 VII Fujitsu, infatti, ora raddoppia il numero di core per ogni chip rispetto alla versione precedente lanciata nell’aprile dello scorso anno. Secondo gli esperti, però, oltre a un aumento delle performance non ci sono altre sostanziali novità per tutta i server midrange e high end Smp (symmetric multi-processing) che girano su sistema operativo Sun Solaris 10 e hanno un equipaggiamento di processori sviluppati in modalità congiunta ma con una politica di vendita che ne prevede la commercializzazione separata da parte dei due big vendor.

Il nuovo aggiornamento consentirà agli utenti di integrare sui propri server una combinazione che comprende sia i processori Sparc VI che quelli VII, potendo aggiungere qualche chip Sparc64 VII su un vecchio Sparc Enterprise Server senza dover apportare alcun cambiamento né a livello hardware né a livello software. Secondo le dichiarazioni ufficiali, i nuovi processori consumano il 44% in meno dell’energia dei loro predecessori, in quanto utilizzano processori avanzati a 64 nanometri. I nuovi processori, inoltre, rispetto alle versioni precedenti consentono di gestire una modalità multithreading simultanea, con una velocità fino a 2,56 GHz. Il prezzo base per la serie M4000 equipaggiata dai nuovi Sparc64 VII parte da 35mila dollari con 128 GB di memoria mentre la versione di fascia alta M9000 con 32 processori e 1 Tb di memoria principale parte da 216mila dollari.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore