Xerox WorkCentre 3345 – Cloud, mobilità e potenza in un multifunzione

StampantiWorkspace

IN PROVA XeroxWorkCentre 3345 è un multifunzione pronto per i carichi di lavoro dei piccoli gruppi aziendali. Punti di forza: l’affidabilità, la potenza e la flessibilità di impiego in cloud e con i dispositivi mobile

Il modello di multifunzione laser monocromatico WorkCentre 3345 (formato A4) rappresenta la soluzione più evoluta di un trittico ideale composto dalla semplice stampante Phaser 3330, da WorkCentre 3335 e, appunto dal modello in prova WorkCentre 3345. L’ideale di sviluppo di questa piccola famiglia “Phaser e WorkCentre 33xx” è stato soddisfare le esigenze di produttività dei piccoli e medi gruppi di lavoro, con soluzioni che rendessero affidabilità, flessibilità ed effettiva produttività, in tempi rapidi, non solo tre slogan ma reali obiettivi raggiungibili in ufficio. Noi proviamo il modello più completo. Per comprendere meglio e subito il prodotto ripetiamo che si tratta di una soluzione multifunzione monocromatica (stampa, copia, scansione e fax in bianco e nero fino al formato A4) basata su tecnologia laser.

Xerox WorkCentre 3345, multifunzione “mobile”

Così però ne avremmo potuto parlare in modo identico anche dieci anni fa, ecco perché è importante dare subito uno sguardo a cosa nella proposta Xerox fa oggi la differenza. WorkCentre 3345 è una soluzione con supporto Wifi integrato, quindi non richiede di acquistare un modulo aggiuntivo, e quindi può diventare operativa in qualsiasi angolo dell’ufficio, dove è più comodo. E’ supportato l’inserimento in rete immediato tramite la funzionalità WPS (WiFi Print Setup) e con WiFi Direct nel caso dei dispositivi mobile.

Xerox WorkCentre 3345 - Il pannello di controllo come Stampante in Windows 7
Xerox WorkCentre 3345  – Il pannello di controllo con display da 4,3 pollici a colori e touch

L’utilizzo è facilitato – e non di poco – dall’interfaccia touch a colori, reattiva, che si presenta con un display da 4,3 pollici. Inoltre è facilitata al massimo la scansione su email, la stampa e la scansione su una chiavetta USB o da chiavetta USB. Xerox WorkCentre 3345 si apre infine all’utilizzo in mobilità grazie al supporto sia per Apple AirPrint, sia Google Cloud Print. Praticamente la stampa da qualsiasi dispositivo è immediata, senza problemi, ovviamente anche direttamente da uno smartphone. E’ possibile anche la stampa semplicemente per ‘vicinanza’ con cellulari e tablet Android che supportano NFC.

Si possono fare tante cose con un multifunzione,  ma anche per questo l’affidabilità è indispensabile e l’utilizzo in ambito professionale, su questo modello, ha imposto alcune caratteristiche di pregio: memoria standard elevata (WorkCentre lavora con ben 1,5 Gbyte di memoria non ulteriormente espandibili e sfrutta un processore a 1 Ghz di frequenza di clock ) per arrivare all’emissione della prima copia in modo veloce e proseguire poi a regime fino a 40 pagine al minuto, con manufatti fotografici riprodotti fino alla risoluzione massima di 1200×1200 dpi. Questo modello dispone poi di cassetti opzionali (si parte da quello standard da 250 fogli) per non fare mai mancare carta nei flussi di lavoro importanti.

WorkCentre 3345 - La gestione da Windows
WorkCentre 3345 – La gestione da Windows

La soluzione è pensata per un ciclo di vita mensile massimo di circa 80mila pagine, mentre quelle consigliate a regime costante diventano  4mila,  con un costo cartuccia che tuttavia non ci ha per nulla soddisfatto e rimane una nota critica. Infatti il prezzo minimo (per appena 2600 pagine, codice prodotto 106R03620) è di circa 116 euro (Iva inclusa), con la cartuccia ad elevata capacità (15mila pagine, codice prodotto 106R03624) che costa invece 276 euro. Nella confezione si trova il toner standard da 2600 pagine e ovviamente preinstallata la cartuccia fotoricettore che si cambierà dopo circa 30mila pagine. 

Xerox WorkCentre 3345 - Interfaccia di rete per la gestione via Web
Xerox WorkCentre 3345 – Interfaccia di rete per la gestione via Web. Ogni task funzionale può essere gestito in modo chiaro, con icone/ambiente semplificati

Si fanno in fretta due conti, e si comprende, che utilizzata proprio come è proposta dal produttore ci si ripaga completamente la stampante dopo appena quattro mesi. La stampante infatti costa 488 euro, che invece ci sembra un prezzo molto ben calibrato. C’è a catalogo anche un consumabile di capacità intermedia (106R03622 per 8500 pagine) che costa circa 220 euro: auspicabile quindi prima dell’acquisto più corretto una reale valutazione sui consumi e sui volumi di stampa. Le procedure di caricamento dei consumabili sono assolutamente perfette e facilitate al massimo.

WorkCentre 3345, semplicità e potenza in bella vista

Pesa circa 27 Kg questo modello che ingombra per  46,9×44,43×48,26 cm ma trova ancora spazio in una scrivania da ufficio importante, dove noi l’abbiamo posizionata e potrà lavorare in tutti gli ambienti (Linux e Unix compresi). E tutto è a portata di vista e di dita: prima di tutto il display a colori touch, con i compiti ben evidenziati, tutti i processi guidati, le scorciatoie più brevi per rivedere i parametri impostati. Se i comandi sono disposti nel modo più semplice, e dove siamo già stati abituati da Xerox a trovarli, su questo modello ci è piaciuta la disponibilità non solo dell’alloggiamento per stampare da e scansionare su chiavetta ma anche un alloggio dedicato per installare un lettore di schede USB e riporlo in un alloggio dedicato.

Standard si trovano alimentatore ADF da 50 fogli, che sul nostro modello è un alimentatore automatico fronte e retro DADF, sempre da 50 fogli, il vassoio – cosiddetto bypass – per formati di carta personalizzati, il vassoio standard di alimentazione da utilizzare con cassetto chiuso e della capacità di 250 fogli, mentre purtroppo – anche su WorkCentre 3345 – per caricare una risma alla volta è necessario acquistare opzionale il vassoio da sottoporre a quello standard. La vista posteriore offre l’apprezzamento di un’interfaccia EDI, la presa Ethernet fino a 1000 BaseT, ovviamente la connettività USB, ma anche l’accesso rapido alla scheda con batteria tampone per esempio.

xerox-workcentre-3345-3

Dati di targa del vendor spiegano che mentre la qualità di immagine è migliorata fino a 1200×1200 dpi la risoluzione standard di stampa è di 600×600 dpi, mentre sono automatizzate le funzioni di stampa fronte e retro, la modalità booklet, quella di fascicolazione, e il supporto per le filigrane. La prima stampa, buona notizia, si attende solo fino a 13 secondi. Abbiamo stampato la pagina delle specifiche del multifunzione via Web in Rete, con un’attesa esatta di 14 secondi. Sono supportati i linguaggi pagina PCL 5e, 6 e PostScript 3.
Tra le funzioni di copia più comode da usare, soprattutto quando si è di corsa, segnaliamo la possibilità immediata di Copia documento d’Identità, l’eliminazione dello sfondo, la stampa di immagini multiple.

E’ il software Xerox tuttavia a fare di questa soluzione effettivamente un multifunzione davvero in grado di semplificare la vita a tutti in ufficio. E’ un attimo per gli amministratori di sistema agganciare in rubrica gli account, abilitare tutti i servizi per esempio la funzione di scansione su Pc, gestire le procedure di autenticazione locale e di rete, granularizzare le autorizzazioni utente (a seconda dei ruoli). In questo ambito vogliamo segnalare un’unica riserva relativa all’interfaccia per la configurazione dell’inoltro dei lavori via email e quindi la configurazione del servizio SMTP, a nostro avviso da rivedere.

Xerox WorkCentre 3345 - Display Touch da 4,3 pollici
Xerox WorkCentre 3345 – Display Touch da 4,3 pollici

Del modello Xerox WorkCentre 3345 vorremmo inoltre segnalare la modalità di risveglio automatico dallo stato di Risparmio Energetico decisamente migliorata, rispetto ai modelli precedenti, possiamo riferirci per esempio a quando è uscita la soluzione 6505 con il suo primo firmware. Ecco ora è molto più veloce e precisa. Per quanto riguarda la qualità di stampa e scansioni (ovviamente anche se PDF, e in tutti i formati standard per questi sistemi) non abbiamo avuto assolutamente nulla da eccepire. Tuttavia la potenza in questo caso, si fa… sentire. E sulla rumorosità si potrebbe ancora lavorare. 

WHITE PAPER: Sei interessato ad approfondire l’argomento?  Scarica il whitepaper  “Migliorare la customer experience nel mondo mobile

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore