La stampa professionale secondo IDC

StampantiWorkspace

La stampa in grande formato è in flessione, ma il production printing sfiora una crescita del 10 percento

Il mercato della stampa professionale va a diverse velocità, dicono i dati resi pubblici da ICD in questi giorni e relativi al terzo trimestre 2015. Per un comparto della stampa in grande formato (IDC inserisce in questa categoria le stampanti dall’A2 all’A0+) che arranca c’è quello del production printing che sfiora una crescita del 10 percento. Segmenti diversi, certamente, ma accomunati da molti dei produttori principali.

Il mercato della stampa grande formato ha fatto segnare anno su anno una flessione in unità vendute del 4 percento, un fenomeno che è in parte dovuto alla debolezza storica di questo trimestre dell’anno (quello migliore secondo IDC è il quarto, quando i produttori lo spingono con le loro promozioni). Più in dettaglio, il mercato della stampa CAD/tecnica è stato negativo ma dovrebbe ricevere un nuovo impulso dai nuovi modelli mirati presentati dai principali produttori, mentre il segmento della stampa grafica ha visto la flessione dei modelli con inchiostri ad acqua e una crescita di quelli a solventi o UV, anche se nel complesso è calato dell’1 percento in volumi.

idc-stampa-grandeformatoQueste evoluzioni si sono riflesse anche nella classifica “top 5” dei vendor, che non è cambiata nei nomi e nell’ordine rispetto al passato ma vede qualche modifica nelle rispettive quote di mercato. HP guida largamente il gruppo con oltre il 40 percento di market share ma ha perso qualcosina proprio per la debolezza del segmento CAD. Gli altri produttori restano sostanzialmente stabili e sono nell’ordine Canon (compresi i modelli Oce), Epson, Roland e Mimaki. Epson e Roland hanno in particolare avuto buoni risultati dalle loro linee di prodotto a solventi e a sublimazione.

Molto diverso è lo scenario del production printing, che per il terzo trimestre ha visto una crescita anno su anno del 9,9 percento. È un segno anche della vivacità tecnologica del settore, in cui i produttori stanno innovando per realizzare nuove soluzioni, tanto che tutti i sotto-segmenti del comparto hanno registrato crescite importanti: +15 percento per la parte Label & Packaging, +12,7 percento per quella Production e +9,1 percento per la parte Mid-Production.

idc-production-printingIn quanto a produttori, la top 5 del mercato – stavolta in valore – vede nettamente in prima posizione il gruppo Xerox con il 41,7 percento del mercato (il gruppo comprende Xerox e Fuji Xerox). In seconda posizione HP con il 18,9 percento di market share. Seguono il gruppo Ricoh (Gestetner, Lanier, Nashua, Nashuatec, Rex Rotary, Ricoh, Ricoh Industry) con il 12,9 percento, il gruppo Konica Minolta (Develop, ITEC, Konica Minolta, Sindoh) con il 10,4 e il gruppo Canon (Canon e Showa Jyoho) con il 10,1.

Il mercato in volumi ha invece una top 5 diversa: nell’ordine Xerox, Ricoh, Kinoca Minolta, Canon e HP.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore