HP LaserJet Pro M227fdw, una gioia per i piccoli gruppi di lavoro

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

IN PROVA – HP LaserJet Pro M227fdw è il multifunzione laser B/N che appena fuori dalla scatola offre tutto quello che si desidera: stampe veloci, fronte e retro, Wifi integrato, app e soluzioni per l’utilizzo da mobile e in cloud, senza dover configurare nulla

Annunciate per la prima volta in autunno dell’anno già chiuso, i modelli MFP della serie M200 sono ora in mainstream e ben distribuiti dal canale. Il sistema che proviamo si chiama LaserJet Pro M227fdw è un semplice multifunzione laser monocromatico pensato appositamente per i piccoli gruppi di lavoro, con già un’ottima velocità di stampa di massimo 28 pagine al minuto.

A tutti gli effetti si tratta di un piccolo gioiellino per stampa, scansione e fax con alcune qualità talmente preziose, quanto peculiari, che implementate in modo così agile non abbiamo trovato nemmeno in multifunzione di fascia più alta di altri vendor.

HP LaserJet Pro M227fdw
infatti è la tipica stampante che subito out of the box, collegando solo alimentazione e rete è già pronta per l’utilizzo immediato, anche in WiFi e con stampa fronte e retro automatica, tutto senza dover acquistare a parte plug-in e accessori e senza dover montare nulla. Anche da mobile è tutto facilitato grazie all’app HP Smart, così come in cloud, grazie al servizio HP ePrint, pronto per essere sfruttato non appena si attivano i Servizi Web con un unico clic dall’interfaccia Web di gestione, quando come nel nostro caso la stampante è collegata alla rete aziendale.

HP LaserJet Pro M227fdw - Il display touch a colori offre indicazioni chiare, ma è piccolo e non orientabile
HP LaserJet Pro M227fdw – Il display touch a colori offre indicazioni chiare, ma è piccolo e non orientabile

Non servono registrazioni, basta solo un clic, la stampante emette un foglio con l’indirizzo di posta cui inviare i documenti via email perchè siano stampati (è proprio l’indirizzo di posta di “quella” stampante), ovunque voi siate, e ovunque si trovi anche un vostro collega.
Così se voi ricevete un documento importante potrete farlo trovare fresco di stampa a chi serve semplicemente inviandolo all’indirizzo email della stampante che vi sarà indicato. L’amministratore di sistema dovrà solo decidere chi è autorizzato e chi no a inviare documenti per la stampa alla LaserJet.
E allora entriamo nei dettagli della prova.

 HP LaserJet Pro M227fdw, la descrizione

Già dalle dimensioni e dagli ingombri sembra che il vostro multifunzione sappia già che lavorerà duramente, ma con poche persone. HP LaserJet Pro M227fdw è davvero pensato per ingombrare poco, dare tanto, ma a poche persone alla volta. A colpo d’occhio svela tutto. E prima di tutto colpisce il display touchscreen a colori da meno di sette centimetri che è forse il punto dolente della proposta. Anche in questa fascia, pensiamo che oramai bisogna offrire qualcosa in più.

In questo caso il display non è nemmeno orientabile, e risulta davvero piccolo, quando oramai il display minimo che usiamo ha le dimensioni generose del nostro smartphone. Molto bene praticamente tutto il resto. Il multifunzione pesa meno di dieci chili, misura 40x62x45,5 cm circa. Si può collocare sopra una scrivania generosa e in questo caso continuare senza problemi il proprio lavoro. 
Percorriamo con gli occhi il multifunzione e individuiamo subito il cassetto per l’alimentazione automatica da 35 fogli, il piano per la scansione snza profili troppo scanalati, poi davanti a voi ben in vista c’è il cassetto di uscita delle stampe (fino a 100 fogli), e la prima interfaccia USB per la stampa da chiavetta o il salvataggio sulla chiavetta delle vostre scansioni.

HP LaserJet Pro M227fdw - Stampa fronte e retro automatica e WiFi integrato. Due punti di forza in questa fascia
HP LaserJet Pro M227fdw – Stampa fronte e retro automatica e WiFi integrato. Due punti di forza in questa fascia

Appena sul retro si trovano la presa USB 2.0 per il collegamento con il pc, l’interfaccia Fast Ethernet e la porta per il fax (entrata e uscita della linea telefonica). Il cassetto frontale contiene fino a 250 fogli, e appena sopra si trova un minicassetto prioritario con la capacità di soli 10 fogli.

Facile l’accesso al toner, sollevando prima il piano di scansione, e poi aprendo il piano appena sotto. Il percorso di ingresso della nuova cartuccia, quando la installerete, è guidato per oltre dieci centimetri, e bisogna abituarsi all’approccio. La parte posteriore prevede la vostra interazione solo in fase di installazione ed eventualmente per sfruttare l’uscita secondaria. 

HP LaserJet Pro M227fdw, specifiche e utilizzo

I dati di targa di questo multifunzione sono di tutto rispetto: fino a 28ppm la velocità di stampa in tonalità di grigio (256 a 24 bit), la possibilità di gestire le stampe fronte e retro automatica (in fase di lancio del comando di stampa si sceglie come si vorranno poi rilegare le stampe, sul lato corto o su quello lungo), il WiFi 802.11 b/g/n (WiFi Direct Printing e Duplex Printing sono supportati), il pieno supporto per Google Cloud Print e AirPrint 1.5 con sensore di presenza del device e il supporto NFC per la funzione touch-to-print, ecco, tutte sono caratteristiche di pregio, perché avvicinano gli utenti alla tecnologia, e stampare torna ad essere davvero facile, anche in un piccolo ufficio, anche quando l’utente stesso è l’installatore e pretende semplicemente che tutto funzioni subito senza dovere essere esperti. Questo modello davvero mantiene la promessa, e  si qualifica per un’attenta valutazione, quando i volumi di stampa variano tra 250 e 2500 copie mese.

HP LaserJet Pro M227fdw
HP LaserJet Pro M227fdw – Il lato posteriore con l’interfaccia USB 2.0, presa di rete e fax

Proseguiamo quindi con alcune interessanti specifiche: quando si stampa fronte retro la velocità da 28 scende a 18 copie al minuto, sempre con tecnologia HP ProRes 1200; la risoluzione delle copie è di 600×600 pixel e sono consentiti ingrandimenti fino al 400 percento.

Tutti i linguaggi più importanti sono supportati (da PCL5c a PWG), lo scanner scansiona a una velocità massima di 15 ppm salvando nei formati Jpg, Pdf, Png, Tiff e Raw. La stampante dispone di 256 Mbyte di memoria, anche per la natura del suo utilizzo non sarà espandibile. E’ la dotazione standard e tale resta.

HP LaserJet Pro M227fdw tra i punti di forza conferma anche il più ampio supporto possibile per i diversi ambienti di lavoro. Noi l’abbiamo provata con Mac OS X versione 10.11, Windows 10 e Windows 7, ma è supportato anche Windows Vista (in questo caso solo nella versione a 32 bit).

La nostra prova, tipicamente da ufficio, ci ha dato una serie di soddisfazioni. Abbiamo parlato della messa in opera velocissima. L’installazione stessa procede in modo agile. Se installate la stampante con il pc e il CD vi verrà proposto di optare per il download direttamente dal Web. Buona scelta per avere a disposizione subito il software aggiornato, senza sprecare ancora tempo successivamente. Facile procedere anche senza a avere a disposizione il CD ricorrendo alla classica pagina https://support.hp.com/it-it/drivers e con il numero di serie del prodotto o semplicemente il nome.

HP Smart
HP Smart

Decisamente abbiamo trovato molto più agili le procedure come sono proposte da HP, rispetto per esempio a una nostra recente esperienza con Samsung. Vero pure che è da valutare il fatto che per il sistema Samsung trovare anche i servizi Web aggiornati sarebbe stato più difficile, poiché la stampante è decisamente più recente.

Fatto sta che HP propone in questo ambito ancora un’ottima esperienza, confermata anche poi in fase di utilizzo dei servizi cloud e mobile.
Invece siamo rimasti abbastanza sorpresi dall‘interfaccia Web di gestione, che mantiene il rigore richiesto (e questo è un vantaggio), ma allo stesso tempo è forse fin troppo sobria e rigida. Da questo punto di vista riconfermiamo che è la proposta professionale di Xerox a staccare la concorrenza in modo netto.

HP LaserJet Pro M227fdw  si rivela, veloce e reattivo. Silenzioso, ma senza stupire, per esempio in fase di scansione ci saremmo aspettati rumori più famigliari e ridotti. Nel complesso l’economia di utilizzo in ambiente office è salva, e una buona ergonomia nella successione delle stampa emerge anche da dettagli piccoli come la finestra per visualizzare se è ancora disponibile carta nel cassetto.

L’utilizzo del display per portare a termine le lavorazioni è intuitivo, le procedure ben guidate, si deve fare un po’ di attenzione perché la tecnologia LCD a seconda di come vi posizionate rispetto al multifunzione potrebbe nascondervi alcuni dettagli soprattutto se siete in piedi di fronte alla stampante e guardate le informazioni dall’alto in basso con un angolo di visualizzazione marcato. 

Peccato non avere aggiunto anche in questa fascia della proposta alcune chicche, per esempio: è presente la funzionalità per fotocopiare i documenti di identità fronte e retro senza ragionare su come bisogna fare, grazie alla voce del menu di Copia dal nome Copia ID, peccato però che resti all’utente non solo da voltare il documento (Fronte/Retro, ovvio), ma anche da spostarlo sul piano di scansione, mentre in questa fascia alcuni modelli dei competitor fanno decisamente meglio e ne richiedono il posizionamento identico, più facile.

Arriviamo al giudizio finale, positivo, con qualche rilievo sul posizionamento di prezzo. Sono disponibili tre modelli, di MFP M227, quello da noi provato è il più completo (fdn è solo printer, ed sdn rinuncia al fax). Il prezzo di partenza per gli MFP M227 è di 249 euro, ma è questa versione M227fdw quella in grado di offrire le maggiori soddisfazioni e la distinguerete per il Product Number G3Q75A.

Le altre versioni inoltre rinunciano al touchscreen a colori e propongono info su appena due linee. Arriviamo al dunque: il prezzo di listino è di circa 449 euro (improponibile e poco realistico), ma il modello è già disponibile sullo store ufficiale HP a 329 euro sempre Iva inclusa. Resta lo stesso da valutare la differenza della proposta tra questo modello e quello a colori HP LaserJet Pro M477fdw, che costa appena 451 euro e probabilmente vanta un rapporto qualità prezzo migliore, ci saremmo attesi per il nostro M227 un prezzo massimo intorno ai 250 euro. La stampante arriva con montato il toner CF230A per la stampa di circa 1600 pagine il cui ricambio costa 55 euro circa, invece il toner standard per stampare fino a 3500 pagine (CF230X) costa 85 euro.

Per i piccoli uffici la possibilità di sostituzione entro il giorno lavorativo successivo in caso di guasto per ottenere un modello nuovo al prezzo di 61 euro può rappresentare una valida forma assicurativa (HP Care Pack).