Perché la lattuga è importante anche nel mondo ICT

Workspace

No, non capita davvero tutti i giorni che un Ceo durante una conferenza stampa apra un pacchetto di lattuga e inizi a mangiarla. Tantomeno se la conferenza stampa è sulla tecnologia, ancora meno se la conferenza stampa si tiene in Giappone dove la forma è davvero molto importante

Non succede mai, ma è successo. Ad un certo punto, Masami Yamamoto, CEO di Fujitsu, ha afferrato una bella lattuga e ha cominciato a mangiare, dicendo che era deliziosa e ha aggiunto: “Questo è un modo per dimostrare che siamo seriamente impegnati in soluzioni specifiche per le industries legate all’agricoltura. Non solo in Giappone, ma in tutto il mondo”. La crisi alimentare è una realtà ed è anche vero che l’agricoltura è ancora molto lontana dall’ICT. “E ‘un settore dove la gente ancora basa il proprio lavoro sulla conoscenza, la sensibilità e l’intuizione. Tuttavia, alcuni  paesi, come l’Olanda, per esempio, stanno applicando l’ICT all’agricoltura in modo sorprendente. E alcuni paesi sviluppati si stanno unendo a questa tendenza”.

E che cosa ha fatto Fujitsu? L’azienda ha provato su se stessa, in casa,  le potenzialità dell’ICT applicata all’agricoltura. E ha prodotto un’ottima lattuga coltivata in un luogo completamente high-tech. Chiamiamo questa insalata, l’insalata “nerd“. In sostanza, la società giapponese spera che questa lattuga, cresciuta con il supporto di sensori e del cloud computing, possa dimostrare quanto margine di sviluppo vi sia per l’innovazione nel settore agricolo: “Ecco perché abbiamo deciso di sfidare noi stessi e vedere fino a che punto l’ICT possa essere veramente utile e redditizio. In sostanza, il messaggio è che Fujitsu, una società di ICT, è riuscita a produrre lattuga di alta qualità. Quindi, immaginate quello che una società agricola potrebbe fare per rendere il proprio business redditizio con risorse ICT specifiche applicate a questo settore”.

lattuga fujitsu
L’insalata di Fujitsu, cresciuta a cloud computing con livello di potassio bassissimo

 

Torniamo alla lattuga. Fujitsu sta ricevendo commesse per il suo sistema di crescita in strutture assolutamente sterili. Le stesse strutture utilizzate per produrre chip e altri sistemi elettronici. La lattuga ora è il primo prodotto della linea “Kirei Yasai” che significa: “verdure pulite”. La fabbrica si trova a Fukushima. è proprio il luogo dove si è verificato l’incidente più grave in una centrale nucleare dopo quello di Chernobyl. Dove il terremoto e lo tsunami hanno devastato il Paese e compromesso i sistemi di raffreddamento dei reattori, con incendi ed esplosioni conseguenti.

Esattamente un mese dopo, il governo ha innalzato il livello di emergenza al livello 7, il più alto livello, raggiunto solo dal disastro di Chernobyl. Mangereste lattuga prodotta in questo posto? Perché no?
Le strutture in cui vengono prodotte le verdure sono basate a Aizu Wakamatsu, in Fukushima, nel nord del Giappone; si tratta di 2mila metri quadrati dedicati alla produzione di ortaggi. Infatti, Fujitsu assicura che questo è il più grande hub focalizzato sulla produzione vegetale a basso livello di potassio. Queste lattughe hanno un minimo di 100 microgrammi di potassio per 100 grammi, secondo Fujitsu, inferiore al valore normale di 490 microgrammi.

Questo ha una certa importanza, quando si parla di persone con malattie renali croniche, che spesso devono diminuire l’assunzione di potassio a causa della perdita della funzione renale, avendo così possibilità limitate anche per quanto riguarda le verdure crude. Fujitsu ritiene che la sua lattuga a basso contenuto di potassio sia abbastanza gustosa e considera le strutture mediche come i suoi potenziali primi clienti.
Il prezzo di ogni confezione da 90 grammi sarà di circa 4,90 dollari, il doppio del prezzo di questi prodotti nei supermercati giapponesi, ma … Ma questi prodotti sono stati realizzati con l’aiuto di semiconduttori e cloud computing.

Fujitsu Lattuga_1
Fujitsu – L’insalata è cresciuta in comparti allineati dotati di sensori per il rilevamento e l’elaborazione in cloud delle diverse fasi di crescita

 

L’esperienza di Fujitsu nell’utilizzo dei semiconduttori in ambienti sterili è stata utilizzata per individuare le migliori condizioni di crescita in funzione del controllo sulla proliferazione dei micro-organismi. Infatti, questa lattuga non ha bisogno di essere lavata prima del consumo. Basta aprire la confezione e mangiarla.
Inoltre una piattaforma cloud è stato usata per decidere le migliori condizioni atmosferiche, come temperatura ed umidità, così come i livelli di concimazione, al fine di ottenere una coltura ideale.
I sensori lungo le file di lattuga hanno raccolto i dati su come il prodotto è cresciuto. Specifici algoritmi hanno poi analizzato i numeri e il rispetto di ogni procedura, come anche il tempo per il raccolto. Cifre e dati sono stati inviati ai responsabili del progetto.
Questo servizio cloud, denominato Akisai, è legato a un altro progetto agricolo IT in Giappone, chiamato Nosho Navi, coordinato da Teruaki Nanseki, docente all’Università di Kyushu, nel sud del Giappone.
I contadini nella provincia di Shiga, vicino a Kyoto, stanno usando gli smartphone per caricare i dati relativi alle piantagioni di riso e ad altri raccolti su un server in cloud, che restituisce informazioni sulla quantità di acqua da applicare e su quando raccogliere il riso.
Questo strumento è visto come molto utile tra inesperti giovani agricoltori, in una popolazione che invecchia. Per vedere fino a che punto Fujitsu è impegnata in questo progetto, l’azienda prevede un futuro verde per le verdure cresciute in cloud, e stima che nel 2017 le vendite raggiungeranno il valore di 400 milioni di yen all’anno. Cioè, 2,87 milioni di euro.

 

 

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore