C’è una super-patch di comodo per chi gestisce sistemi Windows 7

Sistemi OperativiWorkspace

Microsoft ha inserito in una sola mega-patch tutti gli aggiornamenti emessi per Windows 7 SP1 fino allo scorso aprile

Sempre più aziende hanno abbracciato Windows 10 come il nuovo percorso evolutivo di Microsoft ma è sempre elevato il numero di quelle che restano su Windows 7 perché hanno piani di aggiornamento più a lungo termine o perché devono tenere conto di una poca compatibilità con il nuovo sistema operativo delle loro applicazioni più importanti. Per semplificare la gestione delle installazioni e degli aggiornamenti di Windows 7 (in teoria è possibile acquistare PC con questo sistema operativo preinstallato sino alla fine del prossimo ottobre) ora Microsoft ha reso disponibile un mega-aggiornamento.

L’aggiornamento è definito come un “convenience rollup package” e contiene in un colpo solo tutti gli aggiornamenti di sicurezza e non che sono stati distribuiti per Windows 7 SP1 dal suo rilascio sino allo scorso aprile. Non è una patch obbligatoria che segue i convenzionali sistemi di aggiornamento. Si tratta di un aggiornamento distribuito semplicemente per praticità e che non è veicolato attraverso Windows Update. Va scaricato manualmente da questo link e non è necessario per chi ha già eseguito rigorosamente gli aggiornamenti dei suoi sistemi Windows 7.

Win7SP1-WUMicrosoft ha anche annunciato che d’ora in poi gli aggiornamenti generici di Windows 7 SP1, Windows 8.1, Windows Server 2008 R2 SP1, Windows Server 2012 e Windows Server 2012 R2 saranno distribuiti come altri “rollup” dalla cadenza mensile. Ogni mese cioè sarà distribuito un update unico che comprenderà tutti gli aggiornamenti generici di quel mese. Ovviamente gli aggiornamenti critici, ossia quelli legati alla sicurezza, saranno sempre distribuiti non appena necessario. Anche in questo caso l’obiettivo è in particolare agevolare il lavoro di chi deve mantenere aggiornati i sistemi Windows 7 e 8.1.

C’è infine un’altra novità per chi scarica manualmente gli aggiornamenti delle piattaforme Windows. Si è deciso di non renderli più disponibili attraverso il Microsoft Download Center ma solo attraverso il Microsoft Update Catalog. Per chi applica gli aggiornamenti in automatico non cambia nulla, c’è differenza solo per gli update manuali. Piccolo problema: l’Update Catalog richiede di usare Internet Explorer perché contiene un controllo ActiveX che non sarà eliminato se non nel corso dell’estate.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore