Windows 8.1 è meglio, ma non basta. I miglioramenti in 10 punti

Sistemi OperativiWorkspace
Windows 8.1

Il ritorno del tasto Start è una mezza verità, il blog di Microsoft evidenzia per il momento miglioramenti di interfaccia e funzionalità Modern UI/Desktop più coerenti. Ecco cosa cambia in 10 punti. Per convincere le aziende ci vuole di più

A fine giugno, in occasione di Build 2013 (26 giugno) arriverà la preview ‘ufficiale’  e pubblica (per gli sviluppatori, ma non solo) di quello che diventerà poi, a Ottobre, Windows 8.1, l’aggiornamento definitivo e scaricabile gratuitamente da chiunque utilizzi una licenza di Windows 8.

Microsoft attraverso il blog ufficiale ha iniziato a sciorinare alcune delle novità, pur specificando che quelle di cui si parla, non sono tutte le caratteristiche che faranno effettivamente parte del pacchetto. Sul Web, negli articoli ‘ufficiali’, si respira un certo ottimismo, nei blog e nei forum invece, a nostro avviso con maggiore equilibrio, i commenti sottolineano come in fondo si tratti di aggiornamenti ‘dovuti’ su un sistema che fino ad oggi si è dimostrato abbastanza rigido, senza funzionalità e integrazioni importanti necessarie, alcune delle quali anche noi abbiamo più volte sottolineato. Il tasto Start anche in Windows 8.1 non sarà il ripristino ‘as is’ di quello cui sono abituati tutti gli utenti di Windows Xp e Windows 7, ma per fortuna Win 8.1 pone fine ad alcune schizofrenie funzionali del Pannello di Controllo che dall’esordio di Windows 8 hanno costretto gli utenti a lavorare in parte con l’interfaccia Desktop e in parte in Modern UI.

Windows 8.1 in 10 punti

Con un pratico elenco, allora, vediamo di cosa si parla sul blog ufficiale:

1. Più possibilità di personalizzazione della pagina Start e della Modern UI, con la possibilità di avviare i computer già in modalità desktop o in modalità Modern UI, con tile di quattro dimensioni e non solo di due (anche Windows Phone ha inseguito la stessa flessibilità nel tempo), con la possibilità di personalizzare lo sfondo di Modern UI come del Desktop, eventualmente con la medesima immagine, a creare una sorta di continuità.

Windows 8.1
Windows 8.1, in evidenza i tile di quattro dimensioni diverse

2. Sarà possibile personalizzare la vista di Lock Screen con slideshow di foto, sia del computer, sia memorizzate su SkyDrive. Nuove foto potranno essere scattate direttamente dal device anche senza sbloccarlo.

3. Si potrà selezionare diverse app insieme per ridimensionarle, disinstallarle o riorganizzarne la vista. Spostarle nella vista Start si potrà farlo solo tenendo premuto il mouse o con il tasto destro per evitare mosse accidentali. Le app appena installate saranno marcate come ‘nuove’ e sarà l’utente poi a decidere se posizionarle nella vista Start.

4. Il charm Search è ora decisamente più potente, grazie a Bing. Antoine Leblond, autore del blog, lo definisce addirittura la nuova linea di comando, con capacità di aggregare informazioni da più sorgenti (web, app, file, SkyDrive)

5. Migliora Windows Store che mostra molte più informazioni e con maggior ordine, così come tante app come Photos, che possono essere modificate e aperte per la modifica anche da Mail e SkyDrive. Più flessibilità anche nella gestione e nella fruizione della Musica.

6. Si potranno vedere fino a quattro app in contemporanea sul display, invece delle due attualmente possibili. La schermata Start può rimanere fissa su un monitor dedicato.

7. I file possono essere salvati in locale, ma anche, direttamente dal menu Salva, in SkyDrive. E quando l’account di login è di default @outlook.com l’utente ritroverà tutte le proprie impostazioni e i settaggi di preferenze preimpostati. Da PC Settings si possono gestire tutte le proprie preferenze principali, senza utilizzare necessariamente il pannello di controllo.

SkyDrive
SkyDrive, tra le funzionalità più comode di Windows 8.1 quella che permette il salvataggio diretto dei file in SkyDrive

8. Internet Explorer 11. E’ il primo significativo miglioramento da Explorer 10, che a sua volta è stato il primo browser nato per la modalità touch e come tale poco capito e poco piaciuto. Tanto che IE 11 consente finalmente di tenere sempre in vista la barra degli indirizzi, e visualizzare tutti i tab che si desidera visualizzare.

9. Chi non dispone di un pannello touch con Windows 8 si è realmente trovato in difficoltà, ecco che allora arrivano anche i mouse e le tastiere con cui sarà più facile navigare in Windows 8.1 anche in questi casi.

10. Start. Il nuovo ‘tip’ comparirà ogni volta che si muoverà il mouse nell’angolo basso sinistro dello schermo, laddove ora appare l’interfaccia Start di Modern UI. Si può personalizzare il boot tra le viste e così fare in modo di visualizzare tutte le icone delle app invece che la ‘home’ Start, per andare direttamente alla vista completa di tutto.

Windows 8.1, prime considerazioni

Che Windows 8 fosse nato con troppe rigidità, con tante funzionalità splittate, ora nella vista Desktop ora nell’interfaccia Modern UI, l’abbiamo spesso sottolineato e ripetuto. D’altra parte Microsoft non ha mai nascosto che la transizione tra il vecchio e il nuovo non sarebbe potuta essere subito completa e perfetta. Però è pure evidente che si sarebbe potuto fare molto di più sin da questo primo aggiornamento. Start non è per nulla una rivoluzione di ritorno al sistema più pratico cui siamo abituati (quello di Windows 7), né la soluzione migliore, né quella adatta per lavorare.

E’ un passo di avvicinamento a un obiettivo ancora lontano. E’ questa la nostra opinione, è anche quella di tanti addetti ai lavori che commentano sui forum. Chi ha utilizzato soluzioni di terze parti per ripristinare il vero Start, non apprezzerà Windows 8.1 per questa miglioria. Persiste poi la focalizzazione – tanto consumer – per il culto della personalizzazione dell’interfaccia Modern UI e delle app più ‘basiche’ (musica e foto).

Si intenda, tutte migliorie apprezzabili, tutte più importanti per l’utilizzo dei device come tablet, che per chi ci lavora con le app di antica data, in ufficio, da mattina a sera. Microsoft dà anche in questa versione per scontato che chi sceglie Windows 8.1, scelga anche un account non locale (magari proprio @outlook.com) e che solo in questo caso sia un utente ‘perfetto’. Non è propriamente così, non in tanti uffici con policy ben definite.

Il problema di fondo sta dietro la domanda più importante: Modern UI piace o non piace? Può diventare effettivamente l’interfaccia di riferimento per chi lavora o no? Al momento è ancora un no la risposta più probabile. Si lavora su Dekstop, ci si diverte su Modern UI. Che poco a poco cresce, ma che personalmente ancora non convince. Non si possono comunicare come conquiste – per esempio – la possibilità di visualizzare fino a 4 apps insieme! Non in un ambiente di lavoro. Dove sono sovrani il multitasking, la visualizzazione comoda di diverse finestre di navigazione e ancora e ancora. E allora avanti, e presto.

 

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore