Windows Server 2016: ecco le informazioni che raccoglierà in rete

Sistemi OperativiWorkspace

Microsoft ha dettagliato il funzionamento della telemetria in Windows Server 2016 e System Center 2016, per assicurare che rispetta la privacy degli utenti

Windows Server 2016 e System Center 2016 sono in dirittura d’arrivo e Microsoft ha già dato diverse anticipazioni sulle loro caratteristiche, alcune apprezzate dagli utenti e alcune magari meno. Quello che non era ancora chiaro, ma che interessa chi si occupa di tutela dei dati in azienda, è il livello di “curiosità” che le due piattaforme avranno nella raccolta dei dati in rete per poi trasmetterle a Microsoft stessa. Secondo la casa di Redmond questo è in parte indispensabile per alcuni servizi e per raccogliere dati utili all’evoluzione delle piattaforme.

Per chiarire la situazione ora Microsoft ha pubblicato un documento in cui dettaglia la “telemetria” di Windows Server 2016 e System Center 2016, ossia cosa viene raccolto e trasmesso in cloud e in che modo questa raccolta dati può essere limitata dagli amministratori IT. In sintesi, la telemetria in Windows Server 2016 prevede quattro livelli di monitoraggio crescente denominati nell’ordine Security, Basic, Enhanced e Full. Ogni livello raccoglie anche i dati dei precedenti.

I livelli della telemetria di Windows Server 2016
I livelli della telemetria di Windows Server 2016

Più in dettaglio, il livello Security è disponibile su Windows Server 2016 e Windows 10 nelle versioni Enterprise, Education, Mobile Enterprise e IoT Core. Raccoglie principalmente dati collegati ai moduli di sicurezza Connected User Experience and Telemetry, Malicious Software Removal Tool (MSRT), Windows Defender e System Center Endpoint Protection. Microsoft sottolinea che a questo livello non sono raccolte informazioni in grado di identificare persone o aziende e non sono intercettati file o comunicazioni dell’utente del dispositivo.

Il livello Basic raccoglie anche i dati minimi necessari per comprendere la configurazione del sistema, in modo da identificare ad esempio problemi legati a un particolare elemento hardware o software. Tra i dati raccolti ci sono marca e modello del dispositivo, numero e tipo delle schede di rete, core e architettura del processore, sistema operativo, storage integrato, applicazioni e driver installati, uso delle applicazioni, indicatori di performance.

Il modello di licenza per core di Windows Server 2016
Il modello di licenza per core di Windows Server 2016

Il livello Enhanced va oltre e raccoglie informazioni su come le applicazioni e il sistema operativo sono usati, per evidenziare tendenze e schemi ripetitivi che possono aiutare Microsoft nei futuri sviluppi. È il livello di default per Windows Server 2016 e System Center 2016 ed è secondo la casa di Redmond il minimo richiesto per identificare rapidamente i problemi. Qui si raccolgono gli eventi del sistema operativo, quelli legati alle applicazioni di sistema e ai tool di gestione e le registrazioni dei crash.

Prevedibilmente, il livello Full è in grado di raccogliere ancora più informazioni. Serve quando è necessario avere anche indicazioni su cosa stessero facendo gli utenti per capire le ragioni di eventuali malfunzionamenti. I dati però non sono raccolti in maniera mirata ma “da un piccolo insieme scelto a caso di sistemi che hanno esplicitamente scelto il livello di telemetria Full e hanno mostrato quel problema”.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore