Microsoft: Windows XP non è moderno, ma Windows 8 sì

Sistemi OperativiWorkspace

Purassanta (Microsoft): “Le aziende devono puntare su nuovi prodotti, più moderni, per un modo di lavorare moderno”. Windows 8 tra questi

Messaggio Microsoft  forte e chiaro alle aziende italiane, soprattutto le PMI, trincerate con ostinazione (come dimostra una ricerca Idc) nell’uso dell’ormai definitivamente obsoleto Windows XP. Anzi, se la politica di supporto da parte di Microsoft per i suoi prodotti prevede 5 più 5 anni , con Windows XP che di anni ne ha 12, per questo sistema operativo si sono già fatte abbondanti eccezioni proprio a causa della sua diffusione.

Ma lo scenario di mercato è profondamente cambiato e ha “fatto passi da gigante” nelle applicazioni e nelle loro modalità d’uso. Incita Carlo Purassanta, ad di Microsoft Italia, “ le aziende devono puntare su nuovi prodotti , più moderni, per un modo di lavorare moderno”.

xpeos-tabLasciando agli esperti giudicare della modernità di Windows 8 giunto alla vigilia di una revisione che si annuncia radicale in quanto intesa ad avvicinare gli utenti legati per necessità o formazione all’ambiente desktop, “Windows 8 vuol dire collaborazione, altra faccia moderna della produttività, che non vuol dire solo produttività personale”. Insomma Microsoft ha grandi piani per modernizzare le imprese italiane, soprattutto le PMI, e da un lato individua nella sicurezza la  ragione principale della migrazione a sistemai operativi più moderni e dall’altro vuole creare una situazione di collaborazione sia con i partner specializzati nella produzione di software di sicurezza IT sia con il canale di vendita indiretto che la ricerca Idc (di cui riferiamo più sotto) segnala come unico interlocutore affidabile e consigliere ascoltato dalle aziende più piccole. Piccole e spesso non dotate di personale IT aggiornato e alle prese con i sempiterni problemi di budget. Qui un capitolo specifico della ricerca Idc segnala la diffusione di budget riservati alla sicurezza inferiore al 10 per cento del totale e una tendenza a dichiararsi informati sulle problematiche di sicurezza IT , ma meno sulle soluzioni disponibili. 

Anche all’interno dell’offerta Microsoft, a partire da Windows 8 Defender uscito in contemporanea con il sistema operativo a piastrelle per finire alle funzionalità direttamene inserite nell’hardware dei PC più moderni con encryption e TPM. Microsoft a sua volta pubblicizza un sito per aiutare e informare sulla migrazione , mentre affida agli occhi imparziali di Idc il compito di analizzare (a cavallo d’anno 2013 – 2014) la situazione di Windows XP in Italia.

Prendendo spunto dalla ricerca ad hoc di Idc che tuttavia estende il suo spettro verso i temi delle nuove tecnologie (leggi tablet) e in generale della consapevolezza delle PMI sulla sicurezza IT, apprendiamo che “ a meno di due mesi dal termine ufficiale del supporto di Windows XP, il sistema operativo è tuttora largamente radicato nel tessuto imprenditoriale italiano e tra le famiglie : il 24% delle piccole e medie aziende lavora con Windows XP per oltre l’80% del parco PC aziendali , mentre tra i singoli utenti privati, il 16% ha un computer con il sistema operativo di oltre 12 anni fa “.

idctab

 

 

 

 

 

La maggior parte delle aziende (58%) e dei consumatori finali (71%) inoltre, è a conoscenza del fatto che a partire dall’8 aprile non saranno più disponibili gli aggiornamenti automatici per la sicurezza, ma “ciononostante c’è ancora una larga fetta di aziende e di persone che non hanno pianificato di migrare a un sistema operativo più moderno”. Per mettere in contatto le aziende con i partner e aiutare tutti coloro i quali vogliono approfondire l’argomento, Microsoft ha messo a disposizione una linea telefonica dedicata al numero 039-8947133 ed un sito disponibile al link microsoft.it/windowsxp oppure http://www.digitalipercrescere.it/PMI/Soluzioni/Scegli_Windows_8_E_Office_365_Per_I_Tuoi_PC.ht

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore