Mirantis e Oracle partner per OpenStack

ProgettiSoftware vendorWorkspace

La partnership di Mirantis riguarda solo Oracle Linux e non Solaris

Tutti d’accordo per ricorrere a OpenStack. Anche Oracle, con una mossa che dà una scossa a un mercato in fase nascente, ha stabilito una partnership con Mirantis collegata all’uso della tecnologia open di OpenStack. A livello commerciale la partnership prevede il supporto ai clienti della versione Mirantis di OpenStack che vogliano mettere in produzione cloud con piattaforma Oracle Linux e Oracle VM. Ma la partnership non si estende fino al punto di una certificazione di OpenStack Mirantis per lavorare su hardware Oracle.

mirantis_logo

In un’intervista con eWeek.com, Boris Renski , uno dei fondatori di Mirantis, ha valutato le opportunità di mercato che si aprono per la sua azienda in decine di milioni nei prossimi ventiquattro mesi.

 

Mirantis viene collocata dagli esperti nella categoria dei primi dieci che contribuiscono allo sviluppo del progetto open source che va sotto il nome di OpenStack. Mirantis propone una sua distribuzione del software OpenStack che è stato aggiornato di recente alla versione 5.0. All’inizio di un’attività congiunta sui rispettivi clienti sono ormai chiare le strategie di supporto che vedono Mirantis come primo punto di contatto per la clientela che ha problemi con Oracle Linux, Oracle VM, OpenStack e relative macchine virtuali. A un livello superiore di complessità su Linux e VM interverrà Oracle a supportare Mirantis.

A livello tecnico e di sistema operativo , la distribuzione Openstack Mirantis fa leva sul sistema operativo Linux CentOS che si basa su Red Hat Enterprise Linux (RHEL). Anche Oracle Linux si basa su RHEL. Sempre secondo Renski non esiste però una distribuzione di Linux pronta da mettere al servizio di un host Openstack. Perché Openstack funzioni correttamente occorre installare alcuni pacchetti addizionali e anche aggiornamenti ad hoc. Mirantis ha lavorato con Oracle per ottimizzare il software specifico che va installato su Oracle Linux per ottimizzare OpenStack.

L’annuncio della partnership fa seguito a quello del maggio scorso di Oracle riguardo al supporto della piattaforma OpenStack sulla sua versione di Linux. Prima ancora Oracle aveva anche annunciato il supporto a OpenStack per il sistema operativo Solaris. La partnership con Mirantis riguarda solo Oracle Linux e non Solaris.

openstacklogo-e1347041500939

Oracle VM non è l’unico motore di virtualizzazione supportato da Mirantis. La società supporta sia gli hypervisor Vmware sia l’hypervisor open source KVM (Kernel-based Virtual Machine).

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore