L’accordo legale tra Apple e Google

AppleEnterpriseWorkspace

Apple e Motorola Mobility ( già di Google) hanno posto fine alle loro battaglie in campo legale

Una battaglia legale durata quattro anni (e datata 2010) sui brevetti per far funzionare gli smartphone che ha coinvolto Apple e Google è finita con entrambe le parti che dichiarano che “lavoreranno insieme in alcune aree per riformare il settore brevetti”. Apple e Motorola Mobility ( già di Google) hanno posto fine alle loro battaglie in campo legale con la presentazione di una mozione congiunta presso al corte di appello Usa per abbandonare le cause legali che le avevano viste una contro l’altra.

Una dichiarazione ufficiale di Apple indica che le due aziende hanno concordato di abbandonare le cause in essere che riguardano le riguardano individualmente. Inoltre hanno accettato di lavorare di comune accordo in alcune aree di riforma dei brevetti. Ma l’accordo non riguarda una concessione incrociata di licenze per i rispettivi brevetti.

Riepilogando. Nel novembre del 2010 Apple aveva intentato causa contro Motorola per infrazione di brevetti relativi al multi touch e altre tecnologie riguardanti lo schermo. Nell’ottobre dello stesso anno Motorola aveva fatto causa ad Apple accusandola a sua volta per alcune tecnologie usate in iPhone, iPad e alcuni Mac. L’esteso portafoglio di brevetti in possesso di Motorola Mobility era stata la ragione principale della sua acquisizione da parte di Google nel maggio 2012. Google aveva sborsato 12,5 miliardi di dollari. Google era dunque subentrata a Motorola Mobility nella causa con Apple.

E poi alti e bassi . Nel Novembre del 2012 la mozione di Apple contro i brevetti Google era stata rigettata da un giudice federale ancora prima che il giudizio iniziasse. Nell’ottobre del 2012 Google-Motorola aveva rinunciato a una causa contro Apple che dichiarava come il produttore degli iPhone avesse infranto sette brevetti relativi agli smartphone. Una causa intentata da Google – Motorola davanti alla International Trade Commission era stata lasciata cadere senza commenti. Riguardava brevetti Motorola che Apple avrebbe infranto in prodotti come iPad, iPhone, e Mac Air e Mac Pro. Uno dei brevetti descriveva una tecnologia “ che permette una input a voce da parte dell’utente che viene convertito in una stringa di testo” che sembrerebbe una descrizione di Siri , il personal assistant attivato da voce introdotto con l’iPhone 4s. Nel giugno del 2012 un altro giudice di corte distrettuale aveva rigettato una causa di Apple contro Motorola per infrazione di brevetto su basi puramente legali e perché Apple non era stata in grado di fornire una valutazione ragionevole dei danni subiti.

Infine la vendita di Motorola Mobility da parte di Google a Lenovo nel gennaio di quest’anno per soli 2,91 miliardi a meno di due anni dalla sua acquisizione. Google usciva dalle attività riguardanti l’hardware per concentrarsi su Android OS.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore