Kyocera: più sicurezza per i processi documentali

StampantiWorkspace

Da Kyocera novità software e hardware per garantire che anche in fase di stampa le informazioni vadano nelle mani di chi effettivamente può consultarle

La protezione delle informazioni va considerata in qualsiasi processo che in azienda riguarda la gestione dei documenti e, tra questi, la stampa è uno di quelli più frequenti ma anche spesso più sottovalutati. In quest’ambito Kyocera ha rinnovato il proprio portafoglio di soluzioni, che toccano anche il tema del controllo dei costi documentali.

La novità principale è costituita dalla versione 5.6 di Kyocera Net Manager (KNM), la piattaforma client/server che permette di controllare e tracciare tutti i lavori di stampa, copia, scansione e fax eseguiti sui dispositivi in rete. Le funzioni di sicurezza disponibili nella nuova release comprendono tra l’altro la possibilità di stampare, copiare, acquisire e inviare fax solo dopo aver effettuato l’accesso con identificazione a una unità Kyocera. Parallelamente, gli amministratori IT possono monitorare e tracciare l’accesso e l’utilizzo dei sistemi di stampa da parte di singoli utenti, gruppi di lavoro o dipartimenti.

Nell’ambito delle applicazioni HyPAS, Kyocera ha reso disponibile anche Print&Follow. Si tratta di una funzione che si esegue direttamente sui dispositivi e che quindi si adatta bene alle aziende che non vogliono avere un print server dedicato per le funzioni di sicurezza e controllo della stampa.

Il modello TaskAlfa 3252ci
La stampante Kyocera TaskAlfa 3252ci

Con questa funzione le unità Kyocera gestiscono una coda di stampa unica e stampano effettivamente un documento solo quando chi lo ha richiesto si identifica al dispositivo. In questo modo si ottengono due vantaggi: il documento va nelle mani di chi effettivamente può consultarlo e i lavori di stampa richiesti ma non ritirati si eliminano dalla coda evitando stampe inutili.

Per quanto riguarda un lato più “fisico” della sicurezza, Kyocera ha rinnovato anche la gamma dei lettori USB per badge da collegare ai dispositivi di stampa. L’utente viene identificato semplicemente avvicinando il badge al lettore, il badge non è necessariamente specifico ma può essere anche quello già usato per l’accesso all’azienda, l’autenticazione può essere eseguita in modalità locale sul dispositivo di stampa oppure in sinergia con altre soluzioni di sicurezza.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore