Il mercato smartwatch cambia. E crollano le vendite.

AccessoriWorkspace

Vendite dimezzate anno su anno per gli smartwatch, segno che il mercato sta cercando una sua nuova strada

La flessione è di quelle che fanno notizia: -51,6 percento anno su anno in volumi per le vendite di smartwatch tra il terzo trimestre 2016 e lo stesso periodo dell’anno precedente. In pratica, secondo le rilevazioni di IDC, si è passati da 5,6 milioni di smartwatch venduti a solo 2,7. Ma, avvisano gli analisti, c’è da tenere conto di vari aspetti che spiegano questa flessione, alcuni legati a prodotti specifici e altri a una più generale evoluzione del mercato. Oltretutto, con volumi di vendita tutto sommato bassi qualsiasi fenomeno ha un impatto percentualmente elevato.

Dal punto di vista dei prodotti, fa notare IDC, il confronto con il terzo trimestre 2015 è problematico in ogni caso perché quello era stato il primo trimestre di vera disponibilità di Apple Watch e il prodotto di Apple resta sempre quello guida per il mercato. Il terzo trimestre 2016 non ha avuto un “effetto Apple Watch” perché Watch Series 2 è arrivato solo nelle sue ultime due settimane e quindi non ha portato un effetto positivo di spinta.

Ma soprattutto, spiega IDC, il mercato cala perché i produttori stanno tutti ridefinendo le proprie strategie. Apple sembra essere quella con le idee più chiare ma il “vero” watchOS è stato la versione 3 arrivata giusto un mese fa. Il mondo Android Wear è di fatto bloccato dalla decisione di Google di rimandare Wear 2.0, le piattaforme alternative devono trovare una loro nicchia che è tipicamente quella del fitness, la più semplice da raggiungere.

idc-smartwatchIn questo scenario di prodotti innovativi tali da convincere gli utenti non già appassionati ce ne sono davvero pochi e si conferma, spiega il senior research analyst Jitesh Ubrani, che “al momento gli smartwatch non sono per tutti. C’è ancora strada da fare per rendere autonomi i wearable dagli smartphone a cui sono associati, un passo importante per renderli davvero interessanti e che, man mano, i produttori stanno compiendo.

In quanto alle quote di mercato, pur scontando il ritardo di Watch 2 è Apple a restare abbastanza largamente leader, contando in un aumento delle vendite il prossimo trimestre grazie alla nuova versione del Watch e anche a quella più semplice ma a costo più basso. Il vero vincitore del trimestre è Garmin, grazie a una linea di prodotti molto ampia e a una focalizzazione molto precisa sul mondo fitness.

Seguono Samsung, Lenovo e Pebble. Samsung è in crescita grazie al fatto che il Gear S2 è uno dei pochi smartwatch a offrire connettività cellulare diretta, ma è un prodotto già superato dal modello successivo S3 che però è stato annunciato ma deve ancora arrivare sul mercato. In declino Lenovo, che non ha modelli nuovi per il trimestre. Pebble fa storia a sé perché ha di fatto creato il mercato smartwatch ma non riesce più a conquistarne una fetta proporzionalmente rilevante.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore