Hp Zbook 14, workstation di classe con Haswell e grafica discreta Amd

Workspace

IN PROVA – Le nuove workstation mobile Hp Zbook 14, con Cpu Intel Haswell, pesano poco più di 1,5 Kg, con grafica discreta 3D Amd FirePro. Prezzi a partire da oltre 1500 euro

Presentate per la prima volta a settembre 2013 sono in commercio sul canale le nuove workstation portatili Hp. Noi proviamo il modello Hp Zbook con display da 14 pollici (retroilluminato a led con risoluzione 1920×1080, fino a 285 lux), per questo conosciuto proprio come Hp Zbook 14. La novità più importante riguarda il fatto che ora anche vere e proprie Workstation possono fregiarsi del marchio Intel Ultrabook.

La nostra workstation, nello specifico, non riporta sullo chassis il logo grigio Ultrabook, ma presenta tante delle caratteristiche della proposta tecnologica Intel. Altri modelli riportano proprio il logo e il bollino. Con la nuova proposta di Hp ora una vera workstation con grafica 3D è disponibile mantenendo un’ottima portabilità, basta pensare che quanto proviamo pesa circa 1,5 Kg e, pur dedicata all’ambito professionale, presenta come caratteristica di serie, finalmente, la tastiera retroilluminata.  La workstation Hp Zbook 14 arriva in commercio con Haswell  e può supportare fino a 16 Gb di Ram (il nostro modello monta un solo slot da 8 Gbyte); si presenta con display retroilluminato a Led da 14 pollici con finitura opaca (matte clear) proprio l’ideale per lavorare. In occasione di Hp Discover 2013 ci è stato mostrato anche il moke-up del modello con display da 17 pollici.

Hp Zbook 14, accesso ai componenti del tutto facilitato
Hp Zbook 14, accesso ai componenti del tutto facilitato

Noi proviamohp Zbook 14 con 256 Gbyte di storage SSD. Si tratta, per la precisione, di un SE SSD da 256 Gbyte Samsung, sono disponibili configurazioni con fino a 1 TB di memoria da disco Sata tradizionale. Il sistema operativo che troviamo precaricato, per fortuna, è Windows 7 Pro, il meglio in ambito professionale. Il tutto è mosso da una Cpu Intel Core i7 di quarta generazione 4600U a 2,10 GHz. Sono disponibili anche versioni su richiesta con Windows 8, il touchscreen, o ancora che hanno come sistema operativo Suse Linux Enterprise Desktop 11 o FreeDOS, proprio per confermare la volonta del vendor di proporre soluzioni senza alcuna preclusione di piattaforma, in ogni ambito di utilizzo.

Hp Zbook 14_Guscio
Hp Zbook 14, dettaglio del guscio superiore

Da buona workstation Hp Zbook 14 è proposta con comparto grafico ben nutrito anche di grafica discreta, la scelta – pur con processore Intel – è caduta sulla Gpu Amd FirePro M4100. Si tratta di una proposta grafica intermedia (appena sotto la M5100 con banda di memoria superiore) che lavora con fino a 2 Gbyte di Ram di cui 1 Gbyte dedicato di GDRR5 e throughput fino a 64 GB/sec in grado di supportare DirectX 11.1, OpenGL 4.3, OpenCL 1.2, DirectCompute 11.1. Il comparto grafico discreto è una buona notizia per un laptop destinato a lavorare come workstation.

Per quanto riguarda la connettività Hp lascia disponibile come opzione il comparto Mobile Broadband HP lt4112 LTE/HSPA+ Gobi 4G, WiFi ac e Bluetooth 4.0 sono supportati. Con nostra soddifazione sopravvive anche il connettore per collegarsi via cavo alla rete Ethernet.

Hp Zbook 14, descrizione e punti di forza

Le linee di Hp Zbook 14 sono nel complesso davvero molto eleganti e gradevolissime. La workstation si presenta con un guscio superiore in alluminio spazzolato scuro, con un profilo sul bordo superiore nero satinato, lievemente gommato. Abbiamo assistito anche a test in cui gli executive Hp camminavano sulla workstation, senza apportarvi danni. Solo il tempo invece potrà dare evidenza della robustezza delle cerniere, corte e ben distanziate, tra base e display di tipo classico, ancora in policarbonato, come nella tradizione dei laptop Hp. Invece, e purtroppo, anche il guscio inferiore resta in materiale plastico, di questo ci è piaciuto molto però il fatto che basta sbloccare un tasto per avere accesso immediato in un’unica mossa a batteria, dischi, Ram. L’ideale per chi deve amministrare in azienda il parco macchine.

Per quanto riguarda le possibilità di espansione, Hp Zbook 14 dispone di 3 porte USB 3.0 più una supplmentare che funge da alimentatore anche a computer inattivo, 1 Display Port, un minijack combinato cuffie e microfono, la presa per l’alimentazione elettrica, la presa di rete Rj-45, un connettore VGA, ancora utilissimo per tutti i videoproiettori, il connettore per la batteria supplementare. Come slot di espansione è presente il lettore di smart card e ovviamente il lettore delle schede di memoria SD (SDHC e SDXC). E’ possibile collegare all’occorrenza una docking station tramite l’ultima porta laterale che segnaliamo.

Hp Zbook 14 interfacce profili
Hp Zbook 14 tutte le interfacce
Hp Zbook 14 interfacce
Hp Zbook 14 tutte le interfacce

 

Il piano di appoggio evidenza un touchpad con tasto destro e sinistro sia sul bordo orizzontale superiore che su quello inferiore. Il touchpad è di ottima fattura e particolarmente sensibile. Si avvicina moltissimo al feedback perfetto dei touchpad MacBook. Sulla destra è presente il lettore di impronte digitali confdigurabile com Hp Client Security. La tastiera con i tasti a isola retroilluminati ha nel centro, incastonato, il trackpad (pointstick amano definirlo in Hp) che è funzionale, ma forse un passo ancora indietro al feedback proposto sui Lenovo. A nostro avviso il trackpad è meglio sporgente e non incavato come quello proposto da Hp di serie, questione di preferenze. Sulla sinistra in alto c’è il tasto di accensione e sulla destra il pulsante per attivare WiFi e disattivare il volume. E’ la disposizione di pulsanti perfetta per chi usa il notebook per lavorare. Non serve nulla di più e nulla di meno. Dal punto di vista ergonomico quindi promuoviamo la workstation a pieni voti, fatte salve le pochissime riserve già segnalate.

Hp Zbook 14 prestazioni e giudizio

Dal punto di vista ergonomico abbiamo espresso i nostri apprezzamenti, aggiungiamo solo una nota sulla cura dei dettagli, come per esempio la tastiera con sistema di drenaggio costruito in modo che la pellicola Mylar sotto i tasti non lasci penetrare i liquidi e li faccia defluire dal bordo posteriore. Il primo utilizzo, durante i nostri test, mette in mostra subito le buone qualità della batteria che può essere una batteria a polimeri a 3 celle (24 Watt/h), oppure da 50 Watt/h (opzionale). Ci sentiamo di garantire senza problemi la durata di oltre una mezza giornata di lavoro, intendiamo oltre 6 ore praticamente in qualsiasi modalità di utilizzo.

Con pochi accorgimenti si possono raggiungere anche le 8 ore, tenendo per esempio molto bassa la luminosità del display. Il form factor e i limiti fisici di una workstation mobile non consentono di lavorare con processori Intel Xeon. Anche in questo caso è necessario fare le proprie valutazioni sulle reali esigenze di utilizzo. Per grafica 3D avanzata anche un Hp Zbook ben carrozzato andrà benissimo, ma per rendering multipli e particolarmente complessi, inevitabilmente sarà necessario ricorrere a Cpu di classe Xeon, questo ci sembra il consiglio più onesto.

Dal punto di vista software Hp propone la serie Z con i sistemi più avanzati di sicurezza, sia per il backup e il ripristino del Bios, sia per l’accesso alla macchina con il riconoscimento delle impronte digitali e il relativo software, sia con i sistemi di crittografia dei dati. Allo stesso tempo oltre al ripristino del Bios, fattore critico nei contesti di lavoro è la necessità di avere sempre disponibile un’immagine di sistema pronta e soprattutto poter ripristinare velocemente o fare backup del Master Boot Record (con master Record Security). Tutti questi bisogni sono ampiamente soddisfatti.

Dal punto di vista delle prestazioni il laptop si è fermato a un indice delle prestazioni di Windows 6.7 in ambito grafico. Con il punteggio più elevato 7.9 dato dalla presenza del disco SSD e dalla Cpu di classe Intel Core i7. La preferenza a questa soluzione Hp, così configurata, deve essere concessa soprattutto se si è in cerca di prestazioni  3D intermedie, date da FirePro M4100, buona soluzione di compromesso per la grafica architetturale 3D, ma non per elaborazioni e modellizzazioni spinte. Negli altri ambiti, prove benchmark limitate alla soluzione grafica Intel integrata ci hanno dato come riscontro un allineamento su punteggi medio alti, ma non tali da giustificare un esborso così elevato (3D Mark in Graphics Score fermo a 480).

Hp Zbook 14 da un lato facilità la diffusione di laptop di classe superiore in ambito professionale, senza dover rinunciare alle prestazioni di grafica 3D, cui la piattaforma Haswell da sola non può arrivare, dall’altro la proposta potrebbe anche esseere vista come un legittimo tentativo di ‘consumerizzazione’ del comparto workstation, con soluzioni più portatili e robuste rispetto alle linee business generiche, se non fosse per il prezzo. Questa macchina infatti è disponibile a partire da oltre 1.600 euro (Iva esclusa).

 

 

 

 

 

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore