Ghizzoni (Extreme Networks): dopo la fusione con Enterasys siamo raddoppiati come offerta di prodotto, referenze e clientela

Workspace

Il settore del networking sta entrando in un periodo di cambiamento a seguito delle nuove tendenze tecnologiche. Extreme Networks è ben posizionata per capitalizzare su questi cambiamenti

Il settore del networking sta entrando in un periodo di cambiamento a seguito delle nuove tendenze tecnologiche. Extreme Networks è ben posizionata per capitalizzare su questi importanti cambiamenti di mercato, potendo agire su segmenti ad alto impatto come gli switch, l’accesso Wi-Fi ad alte prestazioni, il data center, la sicurezza, i prodotti software, le reti SDN e la piena visibilità e gestione della rete.

Potrebbe essere questa una sintesi per il colloquio di Techweekeurope.it con Renzo Ghizzoni, da poco investito della responsabilità di country manager di Extreme Networks Italia, dopo l’incorporazione di Enterasys. Ghizzoni è impegnato in un tour di presentazione della “nuova “ Extreme ai partner di entrambe le provenienze ,ma rivela di aver già preso contatto con i principali clienti italiani che si sono dichiarati soddisfatti delle promesse e della realtà di prodotto perviste nella roadmap di Extreme.

“Per la prima volta incontreremo tutti i partner italiani nella nostra nuova configurazione aziendale, riunendo infatti i partner storici di Enterasys e quelli di Extreme – sottolinea Ghizzoni – e  presentando anche l’intera gamma di prodotti innovativi. Per noi si tratta di un momento estremamente importante, poiché rappresenta la presentazione ufficiale ai nostri partner dell’intero portfolio di soluzioni che assicurano al canale di orientarsi anche ai mercati verticali, generando maggiori opportunità di business”.

Ma a soli cento giorni dall’acquisizione Ghizzoni sottolinea la complementarietà delle soluzioni ormai comuni portate in dote dalle due aziende . Un valore già disponibile è Purview, mentre si procede velocemente sula strada dell’integrazione delle gestione con l’arrivo in roadmap di un’unica console digestione per entrambe le linee di prodotto. Ghizzoni contesta l’impressione che le soluzioni Extreme , da sempre rivolte al networking di organizzazioni medio grandi, non siano adatte a scalare vero il basso e avvicinarsi a un target di aziende più vicino alla realtà economica del nostro paese .

Anzi la nuova offerta che si sta delineando sarà ottimizzata per questo target aziendale con il rilascio della nuova versione del sistema operativo ( di derivazione Extreme) complementato dalle funzionalità wireless e di gestione da tempo punto di forza di Enterasys. A fare da collante sarà soprattutto l’attenzione verso le esigenze della clientela che da sempre sono obiettivo di entrambe le aziende. Per i partner poi si aprono nuovi scenari interessanti di vendita incrociata proprio grazie alla scarsa sovrapposizione delle due offerte.

La realtà italiana in particolare è di un raddoppio di footprint sul mercato come offerta di prodotto , come clientela di riferimento e referenze prestigiose da esibire. La nuova Extreme punta dunque su due armi , la acquisita flessibilità nel portafoglio prodotti e la capacità di offrire con il prossimo prodotto di gestione una soluzione onnicomprensiva di rete , wired e wireless, con un controllo degli accesi e della sicurezza che sono il portato della ex Enterasys: “La reazione dei clienti che ho visitato è positiva. Con la roadmap di prodotto prevista eviteremo di porre la clientela di fronte a biforcazioni inconciliabili e proteggeremo nel contempo i loro investimenti. E’ stata una fusione fatta con le idee chiare e proporremo soluzioni omogenee con a fattor comune un unico sistema operativo orientato alla facilità di gestione”.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore