È ancora boom per il mercato pc

Workspace

Portatili e mercati emergenti continuano a spingere il comparto, secondo i dati di Idc

La forte domanda che arriva dai paesi emergenti e l’appetito costante per i computer portatili, hanno spinto gli analisti di Idc ad aumentare la stima sulle vendite mondiali di pc per l’anno in corso. Il tasso di crescita preventivato, ora, è del 15,2%, per un totale di 310 milioni di unità, in netta ascesa rispetto alla precedente previsione del 12,8%.

Come si diceva, l’ottimismo deriva in buona misura dall’onda lunga della crescita del portatili, che, secondo Idc, dovrebbero mostrare nel 2008 un incremento del 34,5% rispetto all’anno precedente, con un totale di 145,3 milioni di unità rilasciate. Come termine di paragone, i pc desktop dovrebbero crescere solo del 2,2%.

Se negli Stati Uniti il peso del rallentamento economico si fa sentire, la regione Asia-Pacifico (Giappone escluso) rimarrà quella a maggior fattore di crescita ancora per gli anni a venire. America Latina, Europa dell’Est e Africa sono zone del mondo tecnologicamente emergenti, che contribuiscono a mantenere più che positivo l’andamento del comparto.

Idc prevede anche un effetto molto basso dell’inflazione sul mercato pc. Il valore totale delle vendite previsto per il 2008 sarà di 286 milioni di dollari, con un aumento del 9.6% rispetto all’anno passato. Di certo, non è estraneo alla crescita l’impatto dell’arrivo dei nuovi laptop a basso costo, come l’Eee Pc di Asus o il Classmate Pc di Intel.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore