Build 2014, cresce l’attesa per l’evoluzione di Windows

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

Annunci, rumors, strategie e attese per Build 2014. Dal 2 al 4 Aprile, a San Francisco, Microsoft chiama a raccolta gli sviluppatori per dettare la roadmap di Windows, Office e di tutta la proposta cloud

Con la fine del supporto per Windows Xp si volta davvero pagina, e dal 2 al 4 aprile a San Francisco è nuovamente tempo di Build. Build 2014 sarà l’occasione più ghiotta per gli sviluppatori Microsoft per prepararsi al futuro.

E’ la prima Build con Satya Nadella, Ceo Microsoft, protagonista sul palcoscenico che per tanti anni è stato quello di Steve Ballmer con i suoi proverbiali incitamenti a pugno chiuso e battente sul palmo di mano: “Developer! Developer!!”. Assaporeremo il clima e il nuovo stile di Nadella: “Cloud first, mobile first”, ma anche tanto Windows. Sinofsky, che si è inventato  – praticamente da zero – il sistema operativo a mattonelle Windows 8, non c’è più da tempo; ma Windows 8 prosegue il suo percorso – saranno i giorni di Windows 8.1 Update 1 (sperando di non ricadere nel vortice confusionario degli update a suon di dot-dot-dot tipo 8.1.2.3), disponibile giusto a fine Build 2014 dall’ 8 aprile come download diretto dal proprio computer e in Build già sui pc degli sviluppatori. Sappiamo già tanto di questa nuova versione, tutta volta a colmare il gap per chi non dispone di uno schermo touch e si è arreso presto, in azienda, piuttosto che lasciarsi sballottare da un’interfaccia all’altra per concludere un unico task. Non sappiamo ancora invece se si va verso Windows 8.2 (Threshold) o si preferirà cambiare nome…

 

Excel for iPad
Excel for iPad

Office 365 è approdato su iPad, Nokia sta per essere ‘assimilata’, Windows Phone sta per guadagnare un pacchetto di tool enterprise comprensivo di strumenti per le VPN e ovviamente si pensa di poter già toccare con mano implementazioni complete di Windows Phone 8.1, che segna il riallineamento numerico delle versioni Windows e l’arrivo del software equivalente – già disponibile da tempo per Apple e Android – per quanto riguarda riconoscimento e assistenza vocale, fino ad oggi conosciuto con il nome in codice Cortana. Windows Phone 8.1 è già in un certo senso storia con la sua RTM oramai in stream da qualche ora. Si guarda oltre.

Da Build 2014 ci aspettiamo poi qualche indicazione più precisa sulla convergenza tra Windows 8 e Windows Phone, un tema sul quale certo gli sviluppatori non possono rimanere all’oscuro ancora a lungo. E che ne sarà in questo contesto della piattaforma RT? E poi ancora: già da questo inizio primavera le mosse attorno a Office e Enterprise Mobility Suite ci hanno offerto indicazioni ben precise sull’intenzione di Microsoft di preparare un pacchetto di soluzioni in cloud del tutto orchestrato e orchestrabile, pronto per l’interoperabilità multipiattaforma, accessibile con un unico account, in grado di garantire sicurezza, strumenti di lavoro agili, anche per la gestione dei device, e accesso veloce alle informazioni aziendali come ai propri file…

Windows 8.1 Update 1
Una vista di Windows 8.1 Update 1 che promette di avvicinare all’ultimo Os di Microsoft anche le aziende e chi non usa il touchscreen

Ecco, se la primavera è iniziata così bene in casa Microsoft, perché non sognare anche una mini-preview di Windows 9? Non ci si può nascondere dietro a un dito e i tempi sono maturi per pensarci. Sarebbe una spettacolare conclusione, come accade nei grandi film con la preview del sequel che rimanda all’episodio successivo, subito dopo i titoli di coda. Ci potrebbe anche stare persino l’annuncio ufficiale di un Surface Mini… Ce l’hanno tutti.

Read also :