Microsoft lavora ancora sulla coesistenza tra Edge e Internet Explorer 11

BrowserWorkspace

Windows 10 Anniversary Update ottimizzerà la convivenza tra i due browser, limitando ancora di più l’uso di Internet Explorer 11 a favore di Edge

Microsoft lo ha detto chiaramente: il nuovo Edge è il futuro del browser secondo Redmond e tutto quello che è stato prima è legacy, non conta più. Ci sono però le eccezioni e quella fondamentale è nel mondo delle imprese, per le aziende che utilizzano applicazioni web incompatibili con il browser standard di Windows 10 o che richiedono estensioni che Edge non supporta. Per queste situazioni Windows 10 integra anche Internet Explorer 11.

Microsoft aveva già presentato un Enterprise Mode che permette a IE11 di emulare le versioni precedenti (dalla 5 alla 10) quando carica le applicazioni e che regola che URL aprire con il nuovo browser e quali altri con il vecchio e in emulazione. Ora da Redmond arrivano alcune anticipazioni su come questa coesistenza migliorerà con l’arrivo di Windows 10 Anniversary Update, il mega-aggiornamento che sarà distribuito a un anno dal lancio del primo Windows 10.

La coesistenza tra Edge e IE11
La coesistenza tra Edge e IE11

Una prima novità è l’eliminazione della pagina intermedia che attualmente viene visualizzata quando con Edge si prova ad aprire un sito collegato invece a Internet Explorer 11. Questi siti sono definiti nella Enterprise Mode Site List e farvi puntare Edge di norma fa prima visualizzare un avviso e poi lancia automaticamente il browser “legacy”. È un comportamento che molti utenti trovano confuso e con l’aggiornamento scomparirà: di default si aprirà automaticamente e subito IE11. Dato che però alcuni utenti preferiscono mantenere la pagina di avviso intermedia, sarà possibile farlo come opzione non attiva per default.

Le stesse modifiche al comportamento dei browser avverranno in senso opposto, ossia quando si apre con Internet Explorer 11 un sito che per policy è collegato invece a Edge, Anche in questo caso non si avranno avvisi intermedi e si lancerà subito il nuovo browser.

Con Windows 10 Anniversary Update il filtro dei siti assegnati a IE11 potrà essere più selettivo. Una nuova impostazione permetterà di assegnare obbligatoriamente a Edge tutti i siti che non sono collegati in modo esplicito a Internet Explorer 11. In questo modo gli amministratori di sistema avranno la sicurezza che il vecchio browser viene usato solo per le applicazioni che davvero lo richiedono mentre quello nuovo – più sicuro, secondo Microsoft – per tutto il resto.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore