Asus PA249Q ProArt, certezza del colore e flessibilità d’uso in ogni contesto

Workspace

TEST e SLIDESHOW – Asus propone il display PA249Q ProArt per le lavorazioni grafiche professionali ma a un prezzo equilibrato. Asus PA249Q ProArt si distingue inoltre per la completezza delle interfacce in dotazione

E’ stato presentato per la prima volta al CES di Las Vegas 2013 questo monitor Asus PA249Q ProArt  che porta a livello mainstream caratteristiche solitamente tipiche dei monitor professionali di fascia media per elaborazioni grafiche. Si tratta di un 24 pollici con risoluzione 1.920×1200 e ratio 16:10. Il display IPS vanta l’ulteriore specifica AH. Si tratta di uno standard introdotto per la prima volta nel 2011 per incrementare la corrispondenza colore e poter godere con un minor dispendio di risorse della stessa luminosità.

Asus PA249Q, pulsanti di controllo
Asus PA249Q, pulsanti di controllo

Le specifiche di Asus per questo display – dal peso intorno ai 6 Kg con ingombri corrispondenti alla media per un 24 pollici – indicano un angolo di visuale di oltre 178 gradi, con una precalibrazione in fabbrica (∆E <3), con controllo colore su sei assi (R/G/B/C/M/Y) e riproduzione spazio colore al 99% rispetto ad Adobe RGB, 103 % NTSC e 100% sRGB.

Ogni monitor esce dalla fabbrica con un report dei test effettuati prima del suo confezionamento. Asus PA249Q vanta una luminosità massima di 350cd/m2, con un rapporto di contrasto tipico 1.000:1. Il tempo di reazione non è da record con i suoi 6ms, ma la misurazione è grigio su grigio, quindi quella effettiva che conta. Monitor quindi da studio, più adatto per le lavorazioni di fino che per i gamer, senza dubbio. Tanto che la vocazione multimediale non è, per fortuna, nemmeno ricercata con una finitura lucida che in questo caso risulterebbe del tutto fuori luogo. Non abbiamo dubbi. Per lavorare si consiglia sempre un display, magari non touch, ma certamente a finitura opaca.

Questo display dispone del sistema Asus QuickFit Virtual Scale per la visualizzazione immediata delle dimensioni reali delle immagini utilizzabili allineandole alla cornice del display che è orientabile anche in verticale con possibilità di intervenire anche nella regolazione in altezza; una soluzione molto utile non solo per la visualizzazione integrale della pagine web, ma in molto comparti grafici. QuickFit supporta tutti i sistemi di misurazione e i principali formati cartacei ed è molto agile anche spostare la griglia secondo necessità.

Asus PA249Q, le interfacce
Asus PA249Q, le interfacce

Asus PA249Q ProArt descrizione e valutazione

L’utente posto frontalmente si trova a portata di mano sullo spigolo destro i sistemi di controllo per accensione, switching fra le diverse tipologie di ingresso, due pulsanti personalizzabili con preimpostate le funzionalità di controllo contrasto e luminosità, il pulsante menu. E’ possibile passare da una modalità colore a un’altra semplicemente con un tocco. Il piccolo jog shuttle che chiude la serie dei tasti a disposizione serve per il pieno controllo dell’opzione QuickFit e ovviamente per le regolazioni dei valori.

Sul profilo sinistro Asus PA249Q ProArt dispone di quattro prese USB tutte 3.0, è collocata sotto il profilo inferiore la presa USB 3.0 upstream. Uno dei punti di forza di questo display è il supporto praticamente a tutti i sistemi: sono supportate infatti  connessioni video Display Port, Hdmi, Dvi e VGA; è presente anche la presa per cuffie e microfono.

Il display Asus PA249Q ProArt non ha praticamente bisogno di particolari procedure di installazione. Il Cd allegato nella confezione contiene il manuale d’uso in lingua italiana e il cavo USB 3.0, sarà però l’utente a scegliere il cavo che preferisce per il collegamento con il proprio computer, nella confezione si trovano già un cavo VGA, un DVI e Display Port. Un peccato, considerata la natura del monitor che Asus non abbia voluto includere alcuna utility per il rilevamento dei dati colore o per altri test.

Alla prova dei fatti la soluzione proposta da Asus può soddisfare le aspettative di ogni ambiente di lavoro e si presenta con un rapporto qualità prezzo convincente. L’abbiamo processato con i tool PassMark rilevando come fattori positivi un’ottima omogeneità di illuminazione complessiva, anche nei test colore le ombreggiature sono davvero minime ed esclusivamente percepibili solo in alcune zone dei bordi inferiori. Bene la prova Moiré, bene le convergenze. Nello slideshow un esempio di alcuni test effettuati. Il display Asus PA249Q ProArt si presta quindi per un utilizzo generico di alta qualità, ma è una buona proposta anche come display grafico per la forza lavoro. Per quanto riguarda l’usabilità complessiva non abbiamo rilievi da fare, certo la disposizione dei comandi ci ha pienamente soddisfatto. Bisogna tenere conto che l’utilizzo delle prese USB 3.0 risulterà meno agevole con il display disposto in verticale. La nostra valutazione complessiva è più che buona. Il prezzo è di circa 600 euro.

[nggallery template=nme images=40 id=129]

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore