ARM e Oracle insieme per potenziare Java

ProgettiSoftware vendorWorkspace

Ottimizzazione alla versione per ARM di Java SE. Obiettivo: sistemi embedded, M2M , data center

ARM e Oracle hanno siglato un accordo di partnership con l’obiettivo di realizzare versioni ottimizzate di Java SE per le piattaforme hardware di ARM a 32 e 64 bit. L’annuncio in qualche modo riconosce che l’architettura ARM se la gioca ad armi pari con quella X86. L’accordo opera sullo sfondo dei mercati dei sistemi embedded e della comunicazioni M2M ( machine to machine) ma si estende anche alle infrastrutture di rete e ai data center. L’arrivo dei prossimi processori ARM per server all’interno di chip AMD non sembra estraneo all’accordo. D’altra parte la partnership di Oracle e ARM già opera alla grande nella telefonia mobile e sui cellulari .

Oracle ha annunciato anche l’ultima versione del proprio portafoglio prodotti Java Embedded – Java ME Embedded 3.3 e Java ME Software Development Kit (SDK) 3.3 – un client di esecuzione e un kit di strumenti di sviluppo Java ottimizzati per microcontrollori e altri dispositivi a risorse limitate. Oracle Java ME Embedded semplifica lo sviluppo di applicazioni e crea nuove opportunità di mercato per l’ecosistema M2M e internet delle cose. Le tecnologie Java embedded sono componenti chiave della piattaforma completa Oracle “device to data center”.

Grazie ai benefici che derivano dalla piattaforma multipla Java, le implementazioni di Oracle Java ME Embedded consentono la portabilità delle applicazioni, una maggiore flessibilità dell’hardware, la scelta della piattaforma e cicli di vita più lunghi per i prodotti. La rapida crescita dell’internet delle cose traina la domanda di piattaforme aperte e multi-settore che possano aiutare le aziende a ridurre il time to market, gestire meglio i costi e fornire nuove funzionalità per i dispositivi embedded.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore