Amd segue nVidia nella corsa alle alte prestazioni

Workspace

La risposta alla Gtx 280 si sostanzia nell’accoppiata di processori grafici Hd 4850 e Hd 4870

Dopo il lancio della Gtx 280 da parte di nVidia, la grande rivale Amd non è certo rimasta con le mani in mano. A brevissima distanza, infatti, sono arrivati due nuovi processori grafici, denominati Hd 4850 e Hd 4870, che possono esibire cifre record, come 800 processori “stream”, un clock interno a 625 MHz e una potenza di calcolo nell’ordine del teraflop. Con quest’ulteriore spinta sulla potenza, in sostanza, entrambi i contendenti puntano a offrire agli utenti un vero e proprio supercalcolatore sulla scrivania, lasciando la porta aperta a uno sfruttamento del processore non solo in direzione della grafica, ma anche di altre applicazioni, come la lettura e codifica dei film in alta definizione o i videogiochi.

Mentre nVidia ha sviluppato un proprio linguaggio dedicato, Cuda, Amd non ha fatto lo stesso. La soluzione dovrebbe venire da iniziative come OpenCl (Open Computing Language), lanciato dal consorzio Kronos e che punta allo sviluppo di linguaggi di programmazione che sfruttano le Cpu, ma anche le Gpu presenti nei computer. Amd, come nVidia o Apple (che integrerà le specifiche OpenCl nel prossimo sistema operativo Snow Leopard), fanno parte di Kronos.

In attesa, i chip della serie Hd 4800 restano confinati a un utilizzo classico nelle schede grafiche. I produttori specializzati Sapphire e Diamond i loro primi modelli con processore Hd 4850, venduti a partire da 199 dollari.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore