Amd guadagna quote di mercato nei chip

Workspace

Intel resta leader, secondo iSuppli, con un peso corrispondente al 79,7%, ma la rivale è salita, nel primo quarter 2008, al 13%

Secondo i ricercatori di iSuppli, il mercato dei processori, nel primo trimestre 2008, ha confermato il dominio delle architetture x86-64. Intel e Amd hanno messo insieme il 92,7% delle vendite generate da processori nel mondo, con una crescita dell’1,4%. La valutazione delle prestazioni della sempre potentissima numero uno (79,7% del giro d’affari totale) e della sua principale rivale (13%) possono variare a seconda che ci si concentri sulle rispettive evoluzioni in rapporto all’anno o al trimestre precedente.

Nell’arco degli ultimi dodici mesi, la quota di mercato di Intel si è ridotta dello 0,70%, mentre quella di Amd è salita del 2,2%. Al contrario, rispetto al trimestre precedente, il quarto del 2007, ha visto la sua quota dell’1,2%, mentre quella di Amd è scesa dell’1,1%.

Tornando alle valutazioni sull’anno, la metà della crescita di quote di mercato è stata ottenuta rosicchiando direttamente business al leader, mentre il resto si deve, secondo iSuppli, al calo dei piccoli produttori nel mondo x86. Naturalmente, la buona tenuta di questa architettura non è certo estranea all’andamento del mercato pc. In effetti, nei primi tre mesi dell’anno sono state vendute 69,9 milioni di unità, ovvero il 12,1% in più rispetto all’anno precedente. I portatili continuano (+ 30%) a tirare il mercato, mentre le vendite di desktop stagnano.

La forte domanda potrebbe generare tensione sui prezzi, anche se per il momento sia Intel che Amd hanno visto i rispettivi listini rimanere stabili. Per quanto riguarda gli altri produttori di processori, fra i quali anche Ibm e Sun, la quota di mercato è diminuita dell’1,4% in un anno e dello 0,1% nei tre mesi.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore