Intel prepara nuovi smart glass per la realtà aumentata

AccessoriWorkspace

All’IDF è prevista la presentazione di Remote EyeSight, un nuovo tipo di smart glass dedicato ad applicazioni business

Tra qualche giorno Intel potrebbe svelare un nuovo tipo di smart glass per le applicazioni di realtà aumentata in ambito aziendale. Secondo il programma dell’Intel Devloper Forum, infatti, il 16 agosto è pianificata una sessione tecnica di presentazione per Remote EyeSight, un nuovo prodotto descritto come “una soluzione smart glass realizzata intorno alla Intel Collaboration Suite for WebRTC“. Non ci sono molti dettagli in più in merito se non quelli che derivano dalla presentazione della sessione stessa.

Un punto di partenza per ipotizzare le funzioni di Remote EyeSight è la piattaforma su cui secondo Intel si basa il nuovo prodotto. La Collaboration Suite for WebRTC è un insieme di moduli che sfruttano le funzioni del protocollo WebRTC, il quale a sua volta abilita sessioni di comunicazione in tempo reale attraverso connessioni Internet e senza necessità di particolari client proprietari di collaboration. È molto usato, ad esempio, negli sportelli bancari self-service di generazione recente per le attività di eventuale supporto al cliente.

La propensione all'uso dei wearable business secondo un'indagine APX
La propensione all’uso dei wearable business secondo un’indagine APX

Intel offre già diversi kit di sviluppo (SDK) per interfacciare applicazioni iOS, Android e JavaScript con un server centrale di comunicazione sempre sviluppato da Intel oppure con un gateway Intel che fa da ponte verso altri sistemi di comunicazione e collaborazione più tradizionali. Intel spiega che Remote EyeSight può “trasformare l’esperienza della collaborazione enterprise” abilitando nuove funzioni di realtà aumentata, ovviamente a mani libere.

In queste settimane realtà aumentata è sinonimo di Pokémon Go, ma diversi studi hanno dimostrato che gli smart glass sono tra i dispositivi wearable a cui le aziende sono maggiormente interessate. In particolare, come sottolinea anche la sintetica spiegazione di Intel sui dettagli della sessione, per le applicazioni in cui il personale deve mantenere le mani libere pur dovendo anche allo stesso tempo consultare documentazione o interagire con i colleghi anche da remoto.

Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore