IDC: prima frenata per il mercato smartwatch

AccessoriWorkspace

La mancanza di un Apple Watch 2 frena tutto il mercato smartwatch, che fa segnare una flessione in volumi del 32 percento anno su anno

Per la prima volta da quando viene monitorato, il mercato degli smartwatch ha registrato un declino nelle vendite. Ben del 32 percento secondo le cifre comunicate da IDC: nel secondo trimestre 2016 sono stati venduti 3,5 milioni di orologi smart contro i 5,1 dello stesso periodo di un anno fa.

La causa? La flessione delle vendite di Apple Watch, che resta ampiamente il prodotto più venduto ma che soffre la mancanza di un nuovo modello che probabilmente arriverà a settembre-ottobre.

IDC comunque tiene a ricordare che il confronto anno su anno è piuttosto impietoso per lo smartwatch di Apple: un anno fa era proprio il trimestre del lancio e senza un nuovo modello era prevedibile che la differenza nelle vendite sarebbe stata marcata (si sono praticamente dimezzate). I potenziali acquirenti, secondo IDC, sin dall’inizio dell’anno hanno rimandato i loro acquisti in attesa di un Apple Watch di seconda generazione.

idc-smartwatchA spingere il mercato verso nuove crescite dovrebbe essere ovviamente lo sviluppo tecnologico dei prodotti. IDC fa anche notare che è necessario però anche un maggiore coinvolgimento dei produttori tradizionali di orologi, perché questi potrebbero portare alcuni elementi che gli utenti si aspettano (design, ergonomia, funzionalità) e anche sfruttare la forza dei loro brand e dei canali distributivi. Per ora, invece, solo pochi nomi tradizionali si sono affacciati sul nuovo mercato.

In quanto alle dinamiche dei singoli vendor, Apple detiene ancora largamente la maggior quota di mercato nonostante un trimestre negativo. Un nuovo modello di Watch e le novità di watchOS 3 dovrebbero prevedibilmente portarle un aumento delle vendite grazie soprattutto a nuovi utenti più che a un fenomeno di sostituzione dei modelli precedenti.

Samsung mantiene tranquillamente la sua seconda posizione grazie ai buoni accordi di canale con gli operatori mobili americani e alle caratteristiche dei modelli Gear S2. A distanza e appaiate seguono Lenovo e LG. La prima può contare sull’essere stata uno dei primi attori del mercato, la seconda segue le stesse dinamiche di Samsung per quanto riguarda il canale degli operatori mobili. Garmin chiude la top 5, con orodotti che si evolvono tecnicamente ma che restano legati al mercato di nicchia degli appassionati di fitness.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore