Canon Eos 5DS e Eos 5DS R, dettagli da medio formato nel mondo reflex

AccessoriWorkspace

Canon porta la fotografia medio formato sulle sue reflex professionali Canon Eos 5DS e 5DS R (con il filtro per eliminare l’effetto passa basso). Grazie al sensore da oltre 50 megapixel e funzionalità crop integrate, anche i dettagli possono essere esaltati al massimo in fase di stampa

La famiglia delle reflex professionali Canon si allarga e, affianco dell’ammiraglia Eos-1D X e della consolidata Eos 5D Mark III (inarrivabile in ambito video), Canon da oggi propone due nuove declinazioni, Canon Eos 5DS e 5DS R. La differenza sostanziale tra i due modelli è la presenza sulla seconda (Eos 5DS R) del filtro per annullare l’effetto passa-basso, con una minore protezione dal moiré ma con un’immagine più incisa.

EOS_5DS Black Beauty 02
Canon EOS 5DS

 

Siamo nell’ambito della fotografia reflex full-frame e i due modelli si propongono con un sensore da 50,6 Megapixel, esaltato al massimo nella proposta Eos 5DS R per la più elevata nitidezza grazie alla presenza del filtro. E’ come entrare nel mondo della fotografia medio formato ma con la comodità di una reflex. Infatti, è possibile grazie a questo sensore lavorare in modo più flessibile, con la certezza di poter esaltare in post produzione ogni dettaglio dei propri scatti senza perdere in risoluzione, e senza sacrifici nella scelta del formato di stampa.

Con sensibilità ISO 100-6400, estendibili a 50-12800, è possibile inoltre con le nuove Canon Eos 5DS riprendere con fattori di ritaglio 1,3X, 1,6X e 1,1 immediatamente visibili dal mirino. In pratica anche con fattore di crop 1,6X si ha a disposizione un fotogramma da 19 Megapixel!

EOS_5DS_R FRT
Canon Eos 5DS R

 

I due nuovi modelli non sono tropicalizzati, ma certo sufficientemente robusti per poter lavorare anche nelle sessioni urbane di shooting in piena umidità. Hanno il corpo macchina in lega di magnesio, e il design filante e continuo tipico dei modelli di fascia alta che fanno a meno del flash integrato. Ambiti privilegiati di azione fotografica saranno i paesaggi, la fotografia architettonica, ma allo stesso tempo tutta la fotografia di ‘dettaglio’ e quindi il mondo della fotografia pubblicitaria commerciale e la cartellonistica, tantopiù nel modello 5DS-R con il filtro che elimina l’effetto passa-basso.

Entrambi i modelli si prestano per la fotografia tout court, scattano fino a 5 fotogrammi al secondo, godono di un sistema AF a 61 punti (41 punti a croce), sfruttano per i soggetti in movimento il sistema Eos Intelligent Tracking and Recognition. Le Eos 5DS hanno rinnovato il sistema di controllo delle vibrazioni dello specchio che rallenta a fine corsa, riducendo le oscillazioni che possono gravare sullo scatto finale; Eos 5DS e 5 DS-R elaborano le immagini inquadrate dal mirino con il 100 percento di copertura, tipico delle professionali, con un doppio processore Digic 6 e controllano perfettamente l’esposizione anche in scenari di illuminazione contrastanti o critici come quelli in luce fluorescente, grazie al sensore RGB+IR da 150k pixel. Le possibilità creative sono esaltate da due aspetti: la possibilità di fare Time Lapse  di 3600 immagini (2 min) in camera (ma a differenza della Mark II anche con il montaggio in macchina). Ed è disponibile un nuovo Picture Style, denominato Fine Detail, per esaltare ‘l’incisione’ degli scatti.

EF 11-24mm f4L USM Slant with cap
EF 11-24mm f4L USM Slant

 

Quattro quindi da richiamare le novità assolute di rilievo di questa proposta: la possibilità di personalizzare il Quick Control, la priorità del bianco in White Balance (con immagine ‘sbiancata’), il Time Lapse e il Crop pre e post scatto.

Canon Eos 5DS e Canon Eos 5DS R saranno in vendita da giugno 2015 a partire da 3799 euro (3999 per il modello Eos 5DS R). La proposta può essere accompagnata dal primo zoom con focale 11-24mm e f 1.4 che arriva già a febbraio al prezzo di 3299 euro.

[nggallery template=nme images=20 id=249]

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore