SharePoint sarà più integrato con i gruppi di Office 365

CollaborationSoftware

SharePoint potenzia il suo lato web e crea una stretta integrazione con i gruppi di Office 365, che avranno tutti un team site di default

In queste settimane gli utenti di Office 365 cominceranno a veder apparire alcune nuove funzioni che Microsoft ha integrato in SharePoint Online. Riguardano in particolare i team site (“siti del team” in italiano) e la loro integrazione con i gruppi di Office 365.

Le novità “costruttive” dei team site riguardano una loro evoluzione in quanto, sostanzialmente, siti web che devono adeguarsi a contenuti di vario genere e dotarsi di connettori automatici verso sorgenti di informazioni. Le pagine dei siti SharePoint sono realizzate anche assemblando componenti (le web part) mirati e personalizzabili, ad esempio per inserire video, immagini o feed di qualche altra applicazione. Sono queste che evolvono, anche in ottica mobile.

Ora è disponibile una nuova web part Highlighted Content che esegue ricerche automatiche in base ai criteri da noi definiti per popolare dinamicamente una pagina o anche solo una sua parte. Usando lo SharePoint Framework, gli sviluppatori possono creare web part customizzate da inserire liberamente, come le altre web part standard.

SharePoint Online
SharePoint Online

Per quanto riguarda l’integrazione con Office 365 la novità di rilievo è che con questi aggiornamenti ogni nuovo gruppo di Office 365 si vedrà assegnato automaticamente un team site di SharePoint insieme ai soliti elementi come la inbox e l’agenda condivise. Vale anche il contrario, ossia quando si crea un nuovo team site questo va collegato a un gruppo. Man mano che si distribuiscono gli aggiornamenti di SharePoint, anche i gruppi già esistenti saranno anch’essi aggiornati con l’assegnazione di un team site.

I team site per i gruppi di Office 365 prevedono una homepage con i contenuti più rilevanti per il gruppo, compreso un accesso alle conversazioni via Outlook e una sezione Activity che mostra le azioni eseguite di recente sui contenuti condivisi. Sono supportate anche tutte le funzioni che Microsoft ha aggiunto a SharePoint, in particolare il collegamento diretto a OneDrive e l’interazione con Flow.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore