Salgono i costi per gli utenti Sap

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Entro gennaio, tutti i clienti dei contratti di assistenza passeranno al supporto Enterprise

Tutti i clienti Sap passeranno entro il 1° gennaio 2009 alla nuova formula di supporto che il vendor ha inaugurato all’inizio di quest’anno. Il contratto Enterprise è certamente più completo, prevede l’accessibilità 24×7 con impegni precisi sui tempi di risposta. Il rovescio della medaglia è che tutti i clienti, compresi quelli che avevano firmato il contratto di supporto standard al 17% del prezzo della licenza, passeranno alla tariffa Premium, che equivale al 22% del prezzo della licenza.

Fino alla fine del 2007, Sap proponeva indifferentemente le tariffe Basic e Premium, ma già dall’inizio di quest’anno tutti i nuovi clienti dovevano necessariamente sottoscrivere la formula “tutto compreso” al 22% del costo della licenza. Il vendor si era giustificato dicendo di essersi voluto adattare alla domanda del mercatoò Ottenuto il sostegno delle principali associazioni di utenti, la tedesca Dsag e l’americana Asug, è arrivato il piano per far migrare tutti i propri clienti. In compenso, Sap ha deciso di prolungare di un anno il supporto alle versioni 4.6c e 4.7 di R/3.

A parziale consolazione, si può sottolineare come il passaggio al nuovo contratto di assistenza sarà forzato ma graduale. L’aumento per i clienti sarà al massimo dell’8% all’anno, con un adeguamento progressivo fino al 2012, anno in cui tutti pagheranno il 22% del valore delle licenze.

Read also :