Oracle integra i dati di Siebel e Crm On Demand

Software

Il costruttore vuole favorire la collaborazione fra le proprie soluzioni di gestione delle relazioni con i clienti

Oracle ha iniziato a proporre alla propria base installata una soluzione pre-costruita per far comunicare le offerte Crm On Demand e Siebel Crm. L’obiettivo è di ridurre i costi di integrazione fra le proprie applicazioni di gestione delle relazioni con i clienti. Il costruttore vuole fornire, in tempo reale, una visione unica dei dati sui clienti alle imprese che sono interessate o già impiegano entrambe le soluzioni.

La messa in opera della soluzione “Oracle Crm On Demand Integration to Siebel Crm” consentirà di effettuare analisi decisionali sull’insieme dei dati sui clienti. La versione online di Crm On Demand aggiunge i vantaggi della modalità Saas (Software as a Service), soprattutto quando occorre implementare nuovi utenti, a prescindere dalla loro localizzazione. In questo modo, Oracle intende contrastare meglio la proposta di Salesforce.com, ovvero il concorrente più serio in questo comparto.

Per parte propria, Siebel Crm, che si installa sulle macchine delle aziende, presenta la capacità di declinarsi in una ventina di personalizzazioni per settori verticali. Siebel Claims, per esempio, gestisce i reclami delle compagnie di assicurazioni. Questa strada delle verticalizzazioni viene perseguita da Oracle anche attraverso una costante politica di acquisizioni (di specialisti in settori come il finance, le telecomunicazioni, la grande distribuzione e così via).

Fino a ieri, era disponibile solo un semplice connettore fra Siebel Crm e Crm On Demand, mentre la nuova integrazione fa leva sull’offerta di applicazioni composite Aia (Application Integration Architecture), oltre che sul middleware Fusion.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore