Le novità di Red Hat Enterprise Linux 8 Beta

Open sourceSoftware

Punto per punto tutte le più importanti novità di Red Hat Enterprise Linux 8, disponibile per il download in beta. Cos’è e come funziona Applications Streams

E’ disponibile da qualche giorno la nuova versione del sistema operativo Red Hat. Si tratta della versione 8, in beta, di Red Hat Enterprise Linux. Il vendor, di recente acquisito da IBM segnala centinaia di miglioramenti e dozzine di nuove funzionalità, molte per facilitare l’adozione dell’hybrid cloud senza impattare i sistemi di produzione esistenti.

Cloud ibrido, per il Cappello Rosso significa anche attenzione per il mondo Linux container e Kubernetes per fornire prodotti e servizi differenziati. E Red Hat Enterprise Linux 8 Beta permette ai team IT di ottimizzare ed estrarre valore dagli attuali investimenti tecnologici, associando la domanda di innovazione con stabilità e produttività.

Red Hat Enterprise Linux 8 Beta una serie di nuove funzionalità per un approccio sereno al cloud ibrido

Red Hat Enterprise Linux 8 Beta per esempio introduce il concetto di Application Streams e fornisce userspace package in modo più semplice e con massima flessibilità. I componenti userspace possono aggiornarsi più velocemente dei package dei sistemi operativi core e senza dover attendere le nuove versioni.

Così numerose versioni dello stesso pacchetto, per esempio un linguaggio interpretato o un database, possono essere resi disponibili per l’installazione tramite un application stream, favorendo l’agilità e le versioni personalizzate di Red Hat Enterprise Linux senza interferire con la stabilità della piattaforma o di specifiche implementazioni.

Red Hat Enterprise Linux 8 Beta per il networking

Red Hat Enterprise Linux 8 Beta supporta un più efficiente networking Linux nei container tramite IPVLAN, collegando i container inseriti nelle macchine virtuali (VM) ai networking host con un impatto minimo su throughput e latenza. Comprende inoltre un nuovo TCP/IP stack con Bandwidth e Round-trip propagation time (BBR) congestion control, che assicura maggiori prestazioni, minor latenza e packet loss ridotta per servizi Internet-connected come streaming video o hosted storage.

Red Hat Enterprise Linux 8 Beta per la sicurezza

Come per tutte le versioni di Red Hat Enterprise Linux precedenti, Red Hat Enterprise Linux 8 Beta porta con sé hardened code e security fix agli utenti to enterprise, insieme all’esperienza nella sicurezza software che Red Hat può vantare. Con Red Hat Enterprise Linux 8 Beta, Red Hat punta a offrire il più sicuro sistema operativo per il cloud ibrido.

Linux 8 Beta e i container

Red Hat ha fissato uno standard con l’introduzione del supporto enterprise per Linux container in Red Hat Enterprise Linux 7. Oggi, i container Linux sono diventati un componente critico della digital transformation, offrendo un percorso per applicazioni più flessibili e portabili, e Red Hat si conferma all’avanguardia di questa migrazione con Red Hat Enterprise Linux 8 Beta.

Linux 8 Beta e il file system

Una funzionalità nuova in Red Hat Enterprise Linux 8 Beta è Stratis, un volume-managing file system per una più sofisticata gestione dei dati. Stratis astrae le complessità inerenti al data management tramite API, abilitando queste funzionalità senza che i system administrator si preoccupino delle nuance sottostanti, offrendo così un più efficace e veloce file system.

Red Hat Enterprise Linux Web Console

La crescita di Linux nei datacenter aziendali ne richiede la gestione e, frequentemente, nuovi system administrator si trovano a dover amministrare footpr(qui è possibile scaricarla) int di sistemi complessi o a svolgere attività particolarmente difficili.

Red Hat Enterprise Linux 8 Beta aiuta i system administrator con tutti i livelli di esperienza con svariati miglioramenti a partire da un unico pannello di controllo nella Red Hat Enterprise Linux Web Console che offre un’interfaccia semplificata per gestire in modo più semplice i server Red Hat Enterprise Linux sia in locale sia in remoto, comprese le macchine virtuali.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore