Nuove funzioni collegate al cloud per gli utenti di Office 365

OfficeSoftware

In Office 365 fanno il loro ingresso alcune funzioni nuove collegate ai servizi cloud di Microsoft. Per Word, Outlook e PowerPoint.

Microsoft ha annunciato il rilascio di alcune nuove funzioni per gli utenti di Office 365. Si tratta di elementi collegati ai servizi cloud della stessa Microsoft, orientati alla produttività e coinvolgono in questa tornata di aggiornamenti Word, PowerPoint e Outlook.

Per Word le novità riguardano la funzione Researcher, in pratica un piccolo motore di ricerca integrato e basato su Bing che è mirato in maniera specifica sulle fonti accademiche o comunque ufficiali. Può essere considerato come una versione potenziata della Ricerca Intelligente di Office 2016 ed è utile soprattutto per chi deve redigere studi o relazioni. Il pannello del Researcher permette infatti di selezionare parte dei documenti trovati e di inserirli automaticamente sia come citazione sia come nota a piè di pagina per la segnalazione della fonte.

Le nuove menzioni in Outlook
Le nuove menzioni in Outlook

Una seconda novità è Editor, anche in questo caso una versione potenziata grazie al cloud di una funzione che già c’è: il correttore sintattico-grammaticale. Grazie a funzioni di machine learning e competenze di linguistica, spiega Microsoft, Word è in grado di suggerirci forme migliori per ciò che abbiamo scritto, presentandoci alternative a periodi troppo lunghi o costruzioni delle frasi troppo complesse.

Gli utenti di PowerPoint acquistano invece Zoom. Si tratta di una funzione che permette di assemblare, in parte automaticamente, presentazioni non lineari. In qualche modo ricorda un altro tool di Microsoft – Sway – ma soprattutto alcuni tool di presentazione online come Prezi.

In Outlook fanno infine il loro ingresso la Focused Inbox, che già esiste in Outlook per iOS e Android e filtra automaticamente la posta tra quella più e meno importante, e le menzioni. Iniziando a digitare il carattere @ si potranno indicare esplicitamente nomi dei propri contatti che nel corpo della mail appariranno evidenziati e che, quando riceveranno il nostro messaggio, lo vedranno contrassegnato con una @ per segnalare che vi sono menzionati esplicitamente.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore