Myvem si aggiorna, l’app per monitorare l’infrastruttura IT agevola il rispetto del GDPR

Mobile AppsMobilitySicurezzaSoftwareWorkspace

VEM propone la nuova versione dell’app per monitorare e gestire l’infrastruttura IT. Myvem ora permette di navigare nell’infrastruttura sfruttando le mappe geografiche ed e agevola la compliance con il GDPR

Myvem è nome conosciuto agli utenti delle soluzioni proposte da VEM Sistemi. Si tratta infatti del nome della piattaforma di IT Infrastructure Monitoring (ITIM), ovvero della soluzione progettata per tenere sotto controllo lo stato di efficienza delle infrastrutture ICT, IoT, delle Facilities e dei Data Center, utile anche per accedere al NOC/SOC ed erogata nella funzionale modalità di Software As A Service.
Oggi VEM Sistemi propone la nuova versione dell’app per i dispositivi Android e iOS, compliant per il GDPR, e porta lo stesso nome.

myvem – Una vista della soluzione di monitoring

Spiega Erica Nannetti, Direttore dei servizi di VEM sistemi: “Abbiamo rinnovato completamente myvem, nelle funzionalità del portale come nell’app, perché volevamo che i nostri clienti potessero fruire di strumenti di monitoraggio e gestione della loro infrastruttura IT ancora più semplici e più utili alle loro necessità”. Myvem è oggi del tutto integrato con il NOC e in continua evoluzione con il rilascio di circa 5/10 nuove funzionalità mensili che riguardano nuove viste, brand supportati. Ogni trimestre si aggiunge un aggiornamento macro.

Per quanto riguarda NOC/SOC in particolare, per ciascuna richiesta di assistenza, il NOC/SOC apre un nuovo ticket al quale è assegnato un codice identificativo univoco che viene comunicato al cliente.

Nella sezione apposita è possibile vedere l’intero elenco dei ticket aperti e verificare se qualcuno ha già avviato un ticket per uno degli eventi segnalati o se qualche ticket è stato già preso in carico.

E’ anche possibile aprire il ticket direttamente dall’app. L’app mobile, inoltre, consente di entrare in contatto telefonico con un click con il NOC/SOC, attraverso una modalità agevolata che visualizza anche il codice cliente.

Le nuove funzionalità che approdano sull’app mobile, per quanto riguarda il monitoring, prevedono la possibilità di navigare la propria infrastruttura utilizzando le mappe grafiche. Gli eventi vengono indicati con colori semaforici che assegnano diversi gradi di criticità alle problematiche rilevate.

Le mappe sono navigabili in modo molto intuitivo e consentono di verificare lo stato di salute richiamando ulteriori dettagli sugli eventi che si sono generati. Inoltre Switch, router, server, applicazioni e collegamenti fisici sono direttamente cliccabili, dando immediato accesso alle informazioni sul loro stato e sulle loro prestazioni.

Tutti gli eventi frutto dell’interrogazione agli apparati vengono registrati e generano gli eventi predefiniti, e in ogni caso i dati raccolti dalle interrogazioni restano su un DB disponibili per tre anni. L’amministratore può filtrare gli eventi per oggetto, localizzarli sulla mappa grafica, oppure richiamarne le proprietà, e associare delle notifiche push suddivise per aree specifiche e ricevere direttamente sul canale prescelto la notifica in caso di eventi anomali.

Myvem inoltre non monitora solo le infrastrutture fisiche ma ora anche le performance degli applicativi tramite simulazioni di navigazione dell’utente e test applicativi. Si può simulare anche l’apertura di un desktop virtuale per tenere sotto controllo i parametri di risposta.
Interessante l’evoluzione in ambito IT e OT: tramite planimetrie interattive myvem tiene sotto controllo e consente di monitorare e gestire tutta la parte di infrastruttura degli edifici intelligenti.

Parliamo di accessi, videosorveglianza, automazione del comfort, gestione del condizionamento degli uffici, dell’ambiente data center, della temperatura, illuminazione e regolazione delle tapparelle/serrande. Una soluzione che permette di condividere i processi di comunicazione tra la parte IT e OT mettendo in comunicazione due mondi che nel panorama aziendale attuale sono ancora due silos separati e raramente comunicanti.

Per quanto riguarda infine la compliance con il GDPR, Myvem ha introdotto un nuovo servizio Data Protection. Con la nuova funzione è possibile archiviare e gestire tipicamente tutta la parte di documentazione inerente la normativa, per esempio quali sono i legal entity, i ruoli privacy, come è organizzata l’azienda per rispondere ai ruoli privacy, il registro dei trattamenti, il trattamento dei dati, e tutta la documentazione necessaria per dimostrare che si stanno seguendo le normative in modo corretto, una sorta di piccolo gestionale progettato per supportare i clienti nel delicato trattamento dei dati riservati.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore