Va a OpenText il business di HP in campo documentale

Giornalista e collaboratore di TechWeekEurope, si occupa professionalmente di IT e nuove tecnologie da oltre vent'anni e ha collaborato con le principali testate italiane di settore

Follow on: Linkedin

OpenText acquisisce tecnologie, soluzioni e dipendenti HP per la parte di document management, da integrare con le proprie soluzioni

In questa fase del mercato le aziende tecnologiche statunitensi tendono a dismettere tutto quello che non le fa apparire abbastanza focalizzate e soprattutto in grado di garantire la crescita a breve-medio termine che vogliono gli azionisti. In questo senso HP ha ceduto a OpenText tutti i suoi asset – dalle tecnologie ai dipendenti – collegati a quattro linee di prdootto: HP Exstream, HP Output Management, HP TeleForm e HP LiquidOffice.

HP dichiara che la cessione è coerente con la sua strategia di “ottimizzare il proprio portafoglio per una crescita a lungo termine” e con il suo approccio basato sulla collaborazione con i partner “per integrare software best-of-breed nelle proprie soluzioni di worflow documentale”. HP e OpenText da questo punto di vista incrementeranno ovviamente la loro collaborazione, con la prima concentrata sull’ambito dei managed print service.

Lo schema di funzionamento di uno dei servizi della rete OpenText
Lo schema di funzionamento di uno dei servizi della rete OpenText

Quelle che OpenText ha acqisito da HP sono soluzioni per la comunicazione multichannel con i clienti, la distribuzione di grossi volumi di documenti digitali all’interno delle imprese, l’estrazione di dati da documenti digitalizzati e form digitali, l’automazione dei processi di business.

OpenText intende affiancare i prodotti (ex) HP ai suoi come StreamServe, MediaManager, TeamSite e MediaBin. L’integrazione dovrebbe nelle intenzioni permettere alla software house di offrire una gamma più ampia di funzioni nell’ambito delle comunicazioni multimediali, in particolare per l’authoring, la composizione e il workflow di documenti da veicolare poi su più canali digitali diversi.

L’operazione è stata valutata in circa 315 milioni di dollari e OpenText ritiene che le soluzioni acquisite le porteranno maggiori ricavi per 110-125 milioni di dollari l’anno, con effetti positivi già a breve termine.

Read also :