IoT.Salesforce interessata alle tecnologie indossabili

Software

Salesforce annuncia nuove partnership e strumenti per le tecnologie wearable. Anche un fondo di finanziamento

Anche Salesforce , specialista del CRM in modalità SaaS, sta costruendo un suo ecosistema nell’area IoT e oggetti connessi a Internet. Per questo sta mettendo a punto per i suoi partner una serie di applicativi di sviluppo. La società sostiene che con questo obiettivo dimostra di credere nello sviluppo dell’Internet degli oggetti e soprattutto nelle tecnologie indossabili. In questa prima fase temporale Salesforce si è servita della piattaforma di sviluppo di app su Salesforce1. H a integrato un Wear Developer Pack che comprende applicazioni di riferimento, codice Open source e documentazione. Poco tempo fa gli unici prodotti repenti nell’elenco Salesforce erano i Google Glass, Android Wear , gli smartwatch connessi Peeble, Gear di Samsung e i bracclatti connessi Myo e Nymi di Bionym. Ora la società annuncia partnership supplementari fino a raggiungere 15 periferiche con Epson, Jawbone, Meta, Oculus e Vuzix.

Ma più che le partnership che si stanno sviluppando è la piattaforma App Exchange che resta la centro del dibattito. Ci sono sia applicazioni che prodotti. In Salesforce si ricorda soprattutto un’applicazione per migliorare la produttività delle forze commerciali. Alcuni formati di schermo non permetteranno mai di godere dello stesso comfort di visualizzazione di uno smartphone. Potrebbero emettere solo allarmi o dare indicazioni semplici di tipo medico su come inviare informazioni relative alla salute.

E resta il fatto che le tecnologie indossabili non faranno progressi con la medesima velocità. Alcuni oggetti godranno di una crescita più alta di altri ,anche per il divario di prezzo tra Google Glass, smart watch e bracciali. Gli smartphone non saranno sostituiti , ma ci sarà complementarietà.
In parallelo Salesforce che vanta una comunità di 1,7 milioni di sviluppatori ha messo a punto un piano da 100 milioni di dollari per stimolare le sviluppo di app mobili in azienda.

Si tratta di mettere a disposizione di un fondo di capitale di rischio dotato di 100 milioni di dollari che ha già cominciato a beneficiare cinque startup. Si tarata del Salesforce1 Fund messo a punto da Salesforce Ventures per costituire un ecosistema di società per il cloud con obiettivo le imprese. Le condizioni sono che le startup possano proporre delle esperienze integrate alla clientela attraverso la piattaforma mobile e con orientamento ai social media attraverso Salesforce1.

docusign
Tra le società in cui Salesforce1 ha investito vi è DocuSign che propone un’applicazione di firma dei documenti su terminale mobile. DocuSign propone già InsideSales per la gestione della forza vendita.

 

 

Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore