Intel chiude il suo AppUp Store

Software

Vita breve per lo store di app di Intel: lo store AppUp verso la chiusura

Vita breve per lo store di app di Intel: lo store AppUp, annunciato per la prima volta nel 2010 con la speranza di convogliare l’interesse dei consumatori vero i nuovi “fattori di forma” dei PC – netbook e ultrabook – chiuderà tra un mese dato che Intel sta spostando la focalizzazione dei suoi interessi verso le tecnologie di sviluppo e le attività professionali. Dopo l’11 di marzo gli utenti non potranno più scaricare applicazioni dallo store né comprarne di nuove. Le applicazioni già nelle mani dei consumatori potranno per lo più continuare la loro vita, ma se queste dipenderanno da una comunicazione con un client AppUp non saranno in grado di funzionare dal prossimo anno.

Intel aveva dato vita all’AppUp store sulla scia del successo dilagante di Google e Apple con i loro rispettivi store per le app mobili. Lo store veniva aperto per gli ambienti Windows e MeeGo come uno strumento per accrescere l’interesse verso le nuove modalità d’uso dei PC. Ma le app potevano girare anche sui PC tradizionali. L’attuale presidente di Intel , Renee James, era al momento del lancio responsabile del Software and Solutions Group e aveva dichiarato il collegamento nell’arco di nove mesi di 450 mila utenti. Ma nel contempo il vecchio Atom Developer Program veniva ridenominato in AppUp Developer program per invogliare chi scriveva software a creare applicazioni per lo store.

Un anno dopo Intel Capital ,il braccio finanziario del gigante dei chip, aveva dato vita a un fondo di 100 milioni di dollari per incentivare le aziende a creare software applicativo per PC e dispositivi mobili. Poi dopo quelli di Apple e Google anche l’apertura dello store di Microsoft . Ora la decisione di Intel di abbandonare lo store di applicazioni e focalizzarsi sull’erogazione di servizi basati su cloud.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore