Infinidat migliora il software InfiniBox per protezione elevata e maggiori workload

CollaborationOfficeSoftware

Gli aggiornamenti di Infinidat includono il supporto per il protocollo SMB (Server Message Block) utilizzato dai sistemi Windows, nuove funzionalità di sicurezza, ripristino self-service dei file NFS (Network File System) e incremento delle prestazioni, senza costi aggiuntivo per i clienti

Infinidat introduce miglioramenti al proprio software InfiniBox con l’obiettivo di offrire alle aziende le capacità necessarie per consolidare un numero maggiore di workload, assicurando un livello di protezione più elevato. Gli aggiornamenti includono il supporto per il protocollo SMB (Server Message Block) utilizzato dai sistemi Windows, nuove funzionalità di sicurezza, ripristino self-service dei file NFS (Network File System) e incremento significativo delle prestazioni, senza alcun costo aggiuntivo per i clienti.

L’ultima versione di InfiniBox supporta il protocollo SMB, dalla versione SMB 2.1 alla 3.1.1, aumentando l’integrazione con l’ecosistema Microsoft Windows, i workflow di dati e la condivisione dei file. L’aggiunta di questo protocollo va ad affiancare quelli FC, iSCSI e NFS già supportati in un’unica soluzione storage scalabile.

L’ultimo aggiornamento di InfiniBox estende anche le capacità di protezione dei dati con il potenziamento delle funzionalità snapshot di InfiniSnap. In questo modo, i clienti hanno accesso a snapshot non modificabili per volumi, filesystem e gruppi di consistenza all’interno di un set di funzionalità già molto potente. Se usate in modo costante, questa tipologia di snapshot protegge i dati da malware e ransomware pericolosi.

Anche la Snapshot Directory per il ripristino self-service è inclusa in questa versione. Gli utenti possono navigare, selezionare e recuperare i file che sono stati inavvertitamente cancellati o modificati senza alcuna assistenza degli amministratori.
Inoltre, il software garantisce un incremento del 30% delle prestazioni IOPS e del 22% in termini di throughput. Infinibox ora fornisce 1,3 milioni di IOPS, con un throughput fino a 15,2 GB/s e un’ulteriore riduzione della latenza.

Le nuove funzionalità di InfiniBox sono già disponibili. I clienti effettueranno l’aggiornamento senza alcun costo di licenza aggiuntivo. Il supporto del protocollo SMB sarà inizialmente disponibile su InfiniBox di nuova installazione, e in modo generale a partire dal secondo trimestre 2019.

“I nostri clienti sono al centro dello sviluppo di ogni nostro prodotto, funzionalità e aggiornamento. La nuova versione del software è una risposta diretta alle richieste dei nostri clienti, analizzate e valutate anche con i nostri partner di canale e account team,” spiega Brian Carmody, cto di Infinidat. “I clienti chiedono costantemente workload diversificati e maggiore protezione e, con il rinnovato InfiniBox, continuiamo a garantire un’ampia gamma di funzionalità con la più elevata disponibilità e affidabilità dei dati possibile.”