Schneider Electric, ecco come funziona il Maracanã

Big DataData storageSoftware
Schneider Electric Maracana_1

Lo stadio Maracanã in cui si giocherà la finale dei mondiali è gestito dai sistemi Schneider Electric, sia per l’impianto elettrico, sia per la sicurezza, sia per il controllo dei consumi. Ecco come funziona

Il 13 di luglio si giocherà la finale di Coppa del Mondo al Maracanã, lo stadio brasiliano il cui nome vero è Jornalista Mário Filho, che occupa un’area complessiva di 304.284 m². Nella sala di controllo del Maracanã ci sono i sistemi Schneider Electric cui è deputata la gestione di 3000 impianti luce, alla base del monumentale sistema elettrico e di illuminazione che comprende anche 17 ascensori, 12 scale mobile, 292 bagni, 60 bar, per oltre 500 contatori.

Schneider Electric Maracana_1
I sistemi di controllo Schneider Electric gestiscono l’illuminazione e altri impianti del Maracana

Schneider Electric fornisce tutte le attrezzature per la distribuzione elettrica, incluso l’elettricità in ingresso a medio voltaggio, i trasformatori, i bus blindati per i pannelli di distribuzione e i centralini nonché le soluzioni per le varie aree a basso voltaggio. La parte più importante del progetto Schneider Electric riguarda però i sistemi di controllo che possono monitorare il consumo elettrico di tutto lo stadio in tempo reale, e da un’unica sala di controllo vengono gestite anche le aree di illuminazione comuni, l’aerazione, gli scarichi e il sistema di condizionamento, i generatori, i gruppi di continuità (UPS), il controllo degli accessi, il sistema antincendio, le TV a circuito chiuso e i sistemi idraulici, per un totale di oltre 36mila variabili. João Carro Aderaldo, Vice President of Partner Business di Schneider Electric Brazil, spiega come questo progetto “si aggiunge all’elenco esclusivo di stadi intelligenti nel mondo con un’architettura tecnologica che permette di gestire diverse informazioni in tempo reale per velocizzare e rendere più efficiente il processo decisionale”.

Schneider Electric Maracana
Schneider Electric Maracana – (Foto Renan Bacellar Café Das 4)

Nel dettaglio. Alla base della proposta Schneider Electric per quanto riguarda l’illuminazione dello stadio c’è una serie di sistemi che sfruttano i protocolli DMX e KNX. Nel primo caso, Digital Multiplex, si tratta di uno standard di comunicazione digitale utilizzato proprio nello specifico dei sistemi di controllo luminoso nell’industria dello spettacolo. KNX invece è il recente standard di automazione riconosciuto a livello mondiale adatto sia per il controllo dell’illuminazione, anche negli impianti di domotica per esempio, come quindi per la gestione del riscaldamento, i sistemi di allarme e persino l’erogazione di energia e gas.

L’implementazione degli standard con i sistemi di rete permette lo studio e la realizzazione di combinazioni di illuminazione pre-programmate, ma anche l’elaborazione real time di tutti i guasti, con un sistema di alert centralizzato, mentre sono oltre 300 moderni pannelli di automazione che utilizzano protocolli di comunicazione aperti distribuiti nello stadio. Schneider Electric sottolinea non solo come sia possibile il controllo globale della struttura dal punto di vista energetico ma anche lo studio dei risparmi conseguibili.

Per esempio il sistema di gestione dell’acqua dello stadio è stato progettato per controllare e ridurre la quantità utilizzata nei bagni. E’ possibile programmare il rilascio dell’acqua ad intervalli meno frequenti quando lo stadio non è in uso; al contrario gli intervalli si accorciano durante le partite di calcio.

Per quanto riguarda la sicurezza invece Schneider Electric ha fornito il sistema composto da videocamere ad alta definizione, sistemi di monitoraggio intelligenti e archiviazione delle immagini. Anche in questo caso alla base della progettazione c’è la possibilità di offrire un’unica interfaccia per l’acquisizione video e il controllo dei sistemi di accesso. Il sistema di videosorveglianza funziona in questo modo: i dati della sorveglianza vengono analizzati e contrassegnati in automatico; gli allarmi vengono inviati agli operatori solo quando specifici algoritmi rilevano un’attività sospetta. Tramite i dati dinamici e in tempo reale, gli incidenti possono essere facilmente identificati e risolti.

Tra gli altri eventi e impianti Schneider Electric ha progettato anche quelli per lo stadio Estádio da Luz in Portogallo, dove si è svolta la finale dei Campionati Europei del 2004 (Euro 2004), di cui ha curato la ristrutturazione e alcuni stadi della Coppa del mondo del 2010 in Sudafrica. Già prevista in Brasile la costruzione di altri stadi con sistemi di controllo simili.

 

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore