SAP Forum 2014, le aziende vogliono consumare tecnologia in modo produttivo

EnterpriseErp e CrmProgettiSoftwareSoftware vendor
SAP Forum 2014

SAP FORUM 2014 – Il percorso di Sap con Hana e nel cloud. La visione in tempo reale dei processi come strumento in più per ‘immaginare’ nuovo business

C’è spazio per i sorrisi in casa SAP in occasione di SAP Forum 2014. Sì, perché se nel 2013 il centro dell’attenzione era la triade cloud, mobile e social e big data, quest’anno si sono lasciati da parte in modo ancora più marcato i tecnicismi, come a segnare che gli abilitatori tecnologici al business oramai sono entrati nel dna delle aziende, ed esse hanno assimilato la lezione “Run Better”, pronte ora per lo step successivo “Run Simple”. Sì, sorrisi, perché il cloud ora fa bene alle trimestrali di SAP, Hana è molto ben accolto, gli ultimi annunci sulla partnership con IBM alimentano ulteriormente la fiducia e l’Italia per SAP mostra percentuali di crescita trimestrali da prima della classe in Europa.

In apertura Luisa Arienti, amministratore delegato di SAP Italia esordisce con una frase che sembra riassumere una strategia: “SAP quando non ha investito direttamente, ha investito tramite acquisizioni, la nostra spinta così è diventata delisa, e forte è ora la nostra proposta verso il cloud, ma i nostri clienti in ogni ambito chiedono sempre la stessa cosa: gestire la complessità in modo semplice. La complessità se la porta in casa SAP, la risolve con il software e lascia ai clienti gli strumenti per fare business”.

SAP Forum 2014 Arienti
SAP Forum 2014 – Luisa Arienti, AD di SAP Italia

Run Simple, appunto. E’ per creare questo contesto operativo che SAP, pur essendosi mossa molto dopo i competitor in ambito cloud, sfrutta ora il vantaggio di uno scenario più nitido con acquisizioni mirate: c’è l’accordo per l’acquisizione di Concur; a Marzo SAP si era mossa su Fieldglass, il vendor leader nel Workforce Management tutto cloud based, fino a fare ancora due passi indietro nel tempo per cui non si possono omettere Ariba, SuccessFactors e Hybris.

SAP si è mossa dopo, verissimo, alcuni tasselli non sono ancora stati portati in cloud, eppure per alcuni aspetti, ora si marca la solidità della proposta che Simon Paris, President Industry Cloud, racconta prima sottolineando come SAP Hana (High Performance Analytic Appliance) e la cloud consentano ai clienti di passare dal ‘deep insight’ al ‘drill down’ cioè la capacità di penetrare nei dati a diversi livelli gerarchici per condurre analisi multidimensionali, poi il fatto che l’expertise maturata sui campi delle diverse industries abbia permesso di avvicinare meglio i bisogni delle aziende anche in cloud – sia per quelle che si sono spostate sulla nuvola con la stessa prudenza di SAP, sia per quelle (la stragrande maggior parte) che arrivano in cloud con un approccio ibrido – sia infine per quelle già pronte per il ‘managed cloud’ tout court.

Il tratto comune trasversale è quello della semplificazione attraverso il software per i compiti ERP, il lavoro sul network, le strategie di e-commerce, nel senso più ampio possibile di questo termine. La demo su SAP Simple Finance a questo proposito è a SAP Forum 2014 ben esemplificativa.

Arienti riassume i valori della trasformazione di SAP ancora una volta in una frase: “SAP dal 2010 è passata dal fornire soluzioni per la vita delle aziende e la gestione dei propri dati, a fornire soluzioni per la valorizzazione dei dati delle aziende, in tempo reale, con le risposte e le interazioni con i consumatori grazie a SAP Hana, senza per questo abbandonare nessuno dei clienti che rimane sulle nostre soluzioni tradizionali”.

 

La via di SAP al Cloud
La via di SAP al Cloud

La domanda delle aziende è concretissima, prosegue Arienti: “Le aziende vogliono semplicemente consumare in modo produttivo la tecnologia di cui dispongono”. Questo in un contesto in cui, per assurdo, spesso avviene esattamente il contrario e cioè lo scenario applicativo rappresenta addirittura un freno e un ostacolo, espresso dalla percentuale per cui le risorse per far funzionare tutto incidono al 78 percento, lasciando un misero 22 percento all’innovazione (studio Forrester del 2013).

Nel continuum dei modelli in cloud, tra tutto onpremise e il puro cloud (SuccessFactor e Ariba), SAP è convinta che nel futuro sia prossimo, sia a medio termine, gli estremi non troveranno riscontro nella realtà. Tanti clienti italiani puri ‘onpremise’ si sono affacciati alle soluzioni di SuccessFactor per la gestione delle risorse umane diventando realtà che già di fatto hanno sposato il modello ibrido.

La previsione è proprio verso modelli di utenza che per determinate funzioni tenderanno a servirsi del cloud, anche nel caso di realtà comunque molto conservative. Mondi separati che convergono, quindi, come è già accaduto proprio tra analisi di dati transazionali e analitici (data warehouse). Ecco perché in questa ottica con Hana Platform sembra realizzarsi proprio quella convergenza sul dato, sulla sua unicità indipendentemente dalla modalità di fruizione, per cui sia on-premise sia in cloud, sia nelle possibilità intermedie, la centralità resta quella del dato stesso sempre fruibile.

Massimo Rosso CIO Rai
Massimo Rosso, CIO Rai

E’ il focus di SAP, che emerge bene nella bella esposizione del Cio Rai, Massimo Rosso, che in chiusura spiega: “Il dato è il centro, sia per chi vende salami, sia per chi studia la fruizione dei programmi in ogni contesto e su qualsiasi device, come dobbiamo fare in Rai. La differenza è data dalla possibilità abilitata da Sap Hana di una visione di processi che a volte nemmeno ci si immagina: per esempio poter studiare l’interazione degli utenti in un determinato momento tra quanto sta trasmettendo la TV e i loro commenti sui social network con un tablet”. L’idea suggestiva è che dalla capacità di modificare i propri processi interni, di cercare cose nuove, di trasformarsi come la ‘crisalide’, possano nascere anche nuove possibilità di risolvere le situazioni di ‘crisi’.

[nggallery template=nme images=40 id=221]

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore