3 Italia, quando le app si sviluppano con il crowdsourcing

Software

Arriva AppSquare, la community per ideatori e sviluppatori di nuove App, realizzata da 3 Italia su piattaforme Reply

3 Italia lancia AppSquare, community on-line dedicata a ideatori e sviluppatori di nuove app attraverso annunci di lavoro in crowdsourcing. L’obiettivo è quello di realizzare applicazioni per smartphone e tablet che saranno pubblicate negli store di Apple (iTunes), Google (Play Shop) e Windows Mobile (Market Place).

3 Italia ha previsto un investimento iniziale di 2 milioni di euro con l’obiettivo di realizzare 100 applicazioni all’anno; il budget messo a disposizione degli sviluppatori varia da 2 a 3 mila euro per App a seconda della complessità per realizzare l’applicazione Appsquare è una piazza digitale, rivolta a chiunque intenda proporre un’idea per realizzare applicazioni innovative, destinate a smartphone e tablet . Su Appsquare, è possibile, infatti, pubblicare le proprie idee, sottoponendole alla valutazione dalla community, che provvederà a individuare le più interessanti, attraverso un meccanismo di gioco di compravendita di azioni virtuali (borsa delle idee). Le idee vincenti, se approvate da 3 Italia, daranno vita, quindi, a vere e proprie applicazioni che saranno pubblicate nei differenti application stores. Ad Appsquare viene affidato, infine, anche lo sviluppo delle applicazioni selezionate, attraverso la pubblicazione di annunci di lavoro rivolti alla community.

«Abbiamo voluto renderci promotori di un’iniziativa che coinvolgesse persone non legate professionalmente all’hi-tech mobile, ma che per passione e bravura sapessero offrire spunti idonei a diventare innovazioni concrete. Offriamo un’opportunità di lavoro perché sappiamo che al di fuori delle aziende di progettazione esistono giovani che possono migliorare l’utilizzo dei supporti mobili», spiega Marco Giannotti, Devices & Application Farm Director di 3 Italia.

AppSquare è stata realizzata in partnership con Reply. Appsquare si basa sulla piattaforma di crowdsourcing di Reply Starbytes Per alimentare e mantenere viva la community, con discussioni e condivisione di argomenti, sono state, inoltre, integrate in Appsquare le componenti “social” di TamTamy , la piattaforma Reply per il social networking.

“Oggi il crowdsourcing rappresenta, per le aziende, un modello di “Open Enterprise” – continua Filippo Rizzante – mentre per i professionisti è un mezzo per offrire i propri servizi a livello globale. Reply è stata tra le prime aziende in Italia a credere in questo modello, infatti, un anno fa ha lanciato Starbytes che in pochi mesi ha raccolto attorno a se una community di oltre 9.000 partecipanti”.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore