Toshiba Mobile Zero Client, massima sicurezza perché sul disco non c’è alcun dato

AutenticazioneOfficeSicurezzaSoftware

Toshiba Mobile Zero Client è una soluzione che permette di accedere alle risorse Virtual Desktop senza tenere sul disco fisso alcun dato, nemmeno i parametri di autenticazione. Tutto è caricato in Ram e non serve eseguire il sistema operativo

L’idea di Toshiba per garantire la massima sicurezza a chi lavora e ai dati delle aziende non passa da un software antivirus, né semplicemente da sistemi di autenticazione complessi o da policy impossibili da rispettare che semplicemente invogliano gli utenti ad aggirarle.

L’idea di Toshiba è Mobile Zero Client e permette alle aziende di utilizzare i laptop standard per eseguire tutte le attività di lavoro senza che nemmeno un dato sia archiviato sul dispositivo, e senza bisogno di sistema operativo. Toshiba Mobile Zero Client (TMZC), infatti poggia praticamente sulla Ram di sistema, e permette di accedere al proprio desktop virtuale, lasciando anche dati e funzionalità disponibili attraverso l’infrastruttura di Virtual Desktop erogata via cloud, escludendo in questo modo anche qualsiasi tipo di infezione da malware.

Toshiba Mobile Zero Client - L'architettura
Toshiba Mobile Zero Client – L’architettura

E’ questo un sistema per cui se il laptop venisse perso, a parte la perdita del valore dell’hardware, in sé e per sé, non si dovrebbe temere nulla di più. Non solo è supportata l’archiviazione dei dati sempre esternamente al dispositivo, ma anche a livello di BIOS la sicurezza è data dallo sviluppo esclusivo di Toshiba per limitare le connessioni al server attraverso l’autenticazione, in modo da non poter consentire l’avvio su reti non autorizzate. Un passaggio importante perché spesso le soluzioni thin client con sistemi di Virtual Desktop si attivano con i dati di autenticazione memorizzati sul disco fisso del dispositivo, vanificando i vantaggi dell’architettura.

Con la soluzione TMZC, le famiglie di notebook Toshiba già in fase di attivazione prevedono l’utilizzo del servizio boot control installato nei data center di Microsoft Azure, per cui un dispositivo ‘sospeso’ non si potrà avviare del tutto, oppure si potrà spegnere completamente da remoto. TMZC si integra con le soluzioni di VD sia Citrix sia Vmware.

Toshiba Mobile Zero Client - Le fasi
Toshiba Mobile Zero Client – Le fasi

Dal punto di vista pratico TMZC funziona così: l’utente avvia il proprio dispositivo già preconfigurato per accedere a Lan e WiFi predefiniti. I permessi di boot sono accordati non in locale ma direttamente tramite la gestione in cloud, a questo punto quello che Toshiba definisce Big Core viene scaricato, criptato e scompattato solo in Ram, e a questo punto Big Core basato su Linux e il client VDI preferito sono in grado di connettersi con la parte VDI sul server. Senza bisogno di utilizzare del tutto il disco fisso dell’utente.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore