Silent Circle e Lavabit si alleano per una email a prova di intercettazioni

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Lavabit e Silent Circle annunciano la nascita della Dark Mail Alliance

Due provider di servizi di comunicazione impegnati nella protezione della privacy dei loro utenti, Silent Circle e Lavabit ( il servizio utilizzato da Edward Snowden), hanno annunciato di essere al lavoro in maniera congiunta per sviluppare “una alternativa privata, di nuova generazione , crittografata end to end “ alla email. L’annuncio avviene con il lancio della Dark Mail Alliance, che ha lo scopo di realizzare per il mercato una “email 3.0” che risolva i problemi dei sistemi attuali di email ( largamente bucati) che non offrono ormai sufficiente privacy, Entrambe le società hanno chiuso i loro servizi di email per il timore che la National Security Agency (NSA) sia in grado di controllare i contenuti degli utenti a piacimento . Come si legge in una nota, “come partner fondatori della Dark Mail Alliance , sia Silent Circle che Lavabit lavoreranno per inserire nuovi membri nell’alleanza , aiutarli nell’implementazione di un nuovo protocollo e lavorare in modo congiunto per diffondere la prima Email 3.0 codificata end to end presso sviluppatori di software e provider”.

L’obiettivo è di offrire il protocollo e l ‘architettura in modalità open source e aiutare l’implementazione di questa nuova tecnologia per indirizzare le preoccupazioni relative alla privacy rispetto a sorveglianze esterne e minacce su back door di ogni tipo. Quanti desiderano un sistema di email semplice e sicuro spesso utilizzano PGP che fa uso di una chiave pubblica di crittografia per garantire alti livelli di sicurezza. Ma si tratta di un processo complesso e più tecnico rispetto all’mutizzo di un normale client di posta.

In attesa di vedere quali risulti di adozione avrà il futuro sistema di email anche in funzione delle preoccupazioni delle aziende per la sorveglianza da parte di NSA, va segnalata una dichiarazione di Art Coviello , executive chairman di RSA, che descrive le aziende come non eccessivamente preoccupate per la sorveglianza da parte di NSA. Rispetto a quanto è successo con enormi preoccupazioni quando è stato infranto il sistema proprio di RSA con il furto collegato alla tecnologia Secure-ID, i clienti non si sono ugualmente allarmati riguardo al fatto che NSA disponga di una back door negli standard di encryption, uno dei quali è utilizzato nei prodotti di RSA. Nel contempo – nel corso della RSA VConference 2013 – Coviello ha espresso apprezzamento per le presone e la società Silent Circle.