Sicurezza IT. Webroot punta sull’Italia con Achab

Sicurezza

Webroot SecureAnywhere è il prodotto di punta per le PMI

L’americana Webroot approccia il mercato italiano della protezione da malware dei dispositivi aziendali con soluzioni che si basano totalmente sull’intelligence fornita dal cloud , prescindendo da qualsiasi forma di protezione mediante signature. Una posizionamento di mercato che qualifica Webroot come un po’ a parte nell’offerta di sicurezza IT e ha trovato in Italia un interlocutore commerciale che ama definirsi “ distributore di software infrastrutturale di nicchia, alternativo alle scelte mainstream”. Si tratta del distributore Achab che aveva a portafoglio Avira come soluzione di protezione dell’ endpoint.

Ma con l’avviarsi di Avira decisamente verso il segmento consumer dell’offerta , Achab ha cercato un’alternativa adatta anche ad essere venduta anche come servizio gestito dai suoi partner . Reduce da un 2013 con un fatturato piatto di 4,8 milioni di euro, ma con un miglioramento dei margini di profitto rispetto al 2012 , Achab ha dunque scelto di affiancare la voglia di espansione internazionale di Webroot .

Come spiega Charles Tomeo, Webroot dopo essere arrivata al settimo posto come soluzione client antimalware negli Stati Uniti aveva deciso tre anni fa di sviluppare un prodotto del tutto nuovo , non più su base OEM ( Sophos) con i requisiti di non fare uso di signature, di essere totalmente erogato in cloud ( ne caso specifico tramite AWS) e reattivo in tempo reale.

Spiega Tomeo:” la end point security tradizionale non tiene il passo delle nuove minacce . Il 62 per cento degli antivirus basati su signature non identifica le nuove minacce . Inoltre il loro supporto alla remediation, una volta avvenuto il danno è molto lento”.

Per di più data la sua modalità di controllo delle minacce la soluzione Webroot può anche coesistere con un antimalware tradizionale basato su signature. L’ attività di intelligence predittiva rende la soluzione Webroot agnostica rispetto all’ ambiente operativo. Il client è molto leggero , mentre una buona console di gestione rende adatta la soluzione a chi a fornisce servizi di sicurezza su parchi macchine della   clientela. Se l’incidente avviene mentre il PC è offline viene comunque assicurato il rollback al ripristino della connessione online. Tomeo parla di funzionamento a “honeypot on steroids”.

webrrottab

Sul mercato internazionale Webroot SecureAnywhere erogato in modalità SaaS è disponibile anche in una versione consumer ha visto crescere la sua diffusione in un trimestre di 1,2 milioni di home user e di 100 mia utenze aziednali. Esiste anche una versione di protezione mobile di Webroot SecureAnywhere. Il segmento di mercato in maggior crescita è quello delle utenze PMI, ma con buoni risultati anche nel segmento OEM nel quale Webroot è partner di Cisco, Palo Alto ed F5.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore