Scandalo NSA. Dopo Prism, Microsoft pensa a data center regionali per lo storage dei dati

Sicurezza

Microsoft sta per proporre ai suoi clienti di scegliere su quali data center tenere i suoi dati. In Europa l’opzione potrebbe essere l’Irlanda

Dopo le rivelazioni sulla massiccia sorveglianza praticata da NSA e sulle presunte complicità dei grandi vendor della filiera IT, ora i grandi nomi del settore fanno marcia indietro e tentano di rassicurare la clientela. Dopo la domanda di trasparenza cavalcata da Yahoo, ecco Microsoft che vuole proporre ai suoi clienti internazionali la conservazione delle loro informazioni in data center collocati fuori del territorio Usa. E Microsoft sembra potercela fare contando su una rete ormai consolidata di partner locali.

A lanciare il sasso nello stagno è stato il direttore degli affari giuridici di Microsoft sul quotidiano finanziario Financial Times: “ Deve esserci la possibilità di conoscere se propri dati sono soggetti alla legge e alla sorveglianza di altri Paesi. E ci deve essere la possibilità di fare una scelta chiara sulla località in cui si trovano i dati “. Nel caso specifico dell’Europa un utente potrebbe poter scegliere per il data center di Microsoft installato a Dublino in Irlanda.

Con lo scandalo NSA e del suo programma Prism , la località di conservazione dei dati è diventata un argomento scottante. A cavallo tra tecnologia, finanza e politica, l’iniziativa di Microsoft potrebbe aprire la strada che porterebbe altri pesi massimi americani del cloud , come Amazon e Google, a proporre delle offerte locali alternative. Lo scandalo degli ascolti di NSA potrebbe far perdere loro decine di miliardi di dollari di fatturato . Le stime variano secondo gli analisti da 35 miliardi a 180 miliardi in gioco da qui la 2016.

Il presidente degli Stati Uniti ha aperto qualche spiraglio di trasparenza sulla sorveglianza digitale , ma i grandi dei servizi cloud saranno tutti d’accordo?

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore