Samsung Galaxy S5 :la seduzione della sicurezza per i reparti IT aziendali

Sicurezza

Con Knox 2.0 lo smartphone Samsung Galaxy S5 si dichiara attento ai bisogni dell’IT aziendale in termini di sicurezza e gestibilità

Samsung sta dando il via alla commercializzazione del suo nuovo smartphone Galaxy S5, presentato a febbraio in occasione del Mobile World Congress 2014 di Barcellona

Si tratta di un terminale che si svolge sia al grande pubblico , ma il vendor sudcoreano intende anche proporlo sul mercato aziendale. Per adeguarlo Samsung ha messo in opera diversi elementi che sono in grado di rispondere alle esigenze delle aziende soprattutto in termini di sicurezza. Al di là delle caratteristiche base necessarie per uno smartphone di fascia alta ( schermo da 5.1 o pollici, processore quad core, 16 GB di storage e 2 GB di RAM) il Galaxy si contraddistingue per la la sua affidabilità. Inoltre la sua certificazione IP67 per la resistenza all’acqua e alla polvere ne autorizza l’uso in ambienti di lavoro all’esterno degli uffici. Inoltre il Galaxy porta a bordo applicazioni indispensabili per la mobility come un client di email compatibile con Exchange Activ Sync con codifica dei file scambiati e la condivisione con SharePoint e Lync. Tra le altre innovazioni l’uso combinato di WiFi e 4G per accelerare lo scambio dei dati fino a quasi una velocità doppia. Una modalità di risparmio dell’alimentazione porta poi lo schermo in modalità monocromatica e dà accesso unicamente a servizi di base come voce, messaggistica e email. Inoltre il Galaxy S5 permette la stampa di documenti tramite NFC con una stampante compatibile.

Ma è soprattutto sulla messa in sicurezza del terminale che Samsung ha fatto ogni sforzo per convincere agli acquisti i reparti IT delle aziende. Al di là del lettore delle impronte digitali per l’identificazione dell’utente, Samsung mette l’accento su Knox, la sua offerta di sicurezza per la mobilità professionale. Giunto alla versione 2 , Knox propone la gestione di due container sicuri, installazione diretta sotto il controllo dell’amministratore IT delle applicazioni cloud aziendali in un ambiente sicuro e l’arrivo di uno store per arricchire , sempre sotto il controllo dell’IT , l’offerta di app professionali. In contemporanea l’utente dispone sempre del suo ambiente classico Android completamente separato dal contenitore delle applicazioni e delle informazioni confidenziali per uso professionale.

Presente su 25 terminali Samsung ( anche Galaxy S4 e Galaxy Pro Tab). Knox è la risposta Samsung alle problematiche del BYOD nelle aziende. L’obiettivo è di fare del Galaxy S5 una vera e propria estensione mobile dell’azienda. Insomma il terminale butta un sassolino nello stagno in fermento della soluzione MAM di gestione delel applicazioni mobili che visto di recente l’arrivo di Oracle Mobile Security e Microsoft Enterprise Mobility Suite. Inoltre Samsung fornisce agli sviluppatori delle API che permettono alle software house impegnate nello sviluppo di soluzioni MDM di gestione dei terminali mobili di integrare Knox nella loro piattaforma.

Knox versione 2 riporta di attualità il problema della gestione delle applicazioni mobili alla cui soluzione si è dedicata anche Microsoft , non solo con il recente annuncio di EMS , ma anche con quello di Windows Phone 8.1 . Per le aziende Windows Phone 8.1 si apre al supporto di client MDM di terze parti come Airwatch oltre che naturalmente a quello di EMS. Microsoft ha inoltre introdotto il supporto S/Mime per la posta crittografata e un client VPN, che era presente nella storica piattaforma Windows Mobile , ma poi abbandonato dall versione 7 di Windows Phone.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore