Il mondo degli hacker, tra mito e realtà

Sicurezza

QUIZ – Il mondo degli hacker è ricco di ritratti di personaggi famosi e carismatici, a volte sono entrati nella leggenda più per quanto è stato loro attribuito che per quanto effettivamente hanno combinato. Voi li conoscete? Mettetevi alla prova

Non si spaventano nell’affrontare sfide intellettuali complesse, anche se già nell’etimologia del nome viene espresso il fine delle loro azioni. Hack vuole dire “attaccare, violare, accedere senza autorizzazione”, ma a noi piace per esempio quasi di più il significato di “intaccare”. E gli hacker questo hanno sempre fatto spinti da tante motivazioni diverse, tra cui non ne mancano affatto di nobili.

Per questo c’è chi ama distinguere tra hacker e cracker riservando solo ai secondi una connotazione negativa. Tra questi personaggi non ve ne sono di incompetenti o inetti. E’ tutta gente che sa bene quello che fa, e che in ambito informatico ha certamente una marcia in più di tanti comuni mortali e di intere schiere di CIO. Tanto che non sono pochi i casi di personaggi che, una volta scoperti, per rimediare ai propri crimini hanno anche accettato di passare dall’altra parte della barricata e di aiutare le forze dell’ordine.

Nel tempo si sono ‘presi’ questo titolo senza merito anche giovanetti di primo pelo. Sì perché è molto più facile di quanto si creda trovare sul web kit a poco prezzo per combinare pasticci in Rete. E mai come su questo tema si potrebbe proprio dire: “non sono più i tempi di una volta”…

sicurezzabiometrica
Sicurezza biometrica – Il riconoscimento tramite impronta digitale non è l’ultima frontiera. Hitachi per esempio propone l’identificazione attraverso l’analisi dei flussi sanguigni sotto pelle

Solo in questi mesi ne abbiamo viste e sentite di tutti i colori: l’attacco alle email di Google, Shellshock e gli hacker rumeni all’attacco di Yahoo e WinZip, ma non bisogna anche dimenticare che l’hacking diventa ancora più pericoloso quando è diretto contro business critici, come quello per esempio delle utilities, ancora prima che l’hacking per violare brevetti o rubare segreti ai concorrenti. C’è poi chi si fa ingaggiare dai governi a scapito di altri governi, da qui è stato coniato anche il termine di cyberwar. Sembra che gli Stati Uniti spendano ogni anno miliardi di dollari per difendere le proprie aziende dagli attacchi di hacker stranieri ai danni delle proprie aziende.

Potete tranquillamente immaginare anche quante leggende possano essere fiorite sullo sfondo di un’attività che per quanto illecita ha sempre avuto un certo fascino. Sì, perché l’ignoranza su come funzionano reti, sistemi di protezione, Internet è dilagante. Anzi, il fatto che oggi tutti usino Internet, ma pochi ne conoscano l’infrastruttura di base, rende ancora più pericoloso il tutto.

Lo ammettiamo: il quiz che proponiamo questa settimana è davvero difficile. Anche per gli addetti ai lavori. Tanti nomi, tanti episodi: carne al fuoco per scoprire non tanto il mondo degli hacker, quanto alcuni degli episodi più significativi.

Come quella volta in cui i magistrati, per incastrare un hacker spiegarono al giudice che “sarebbe potuta iniziare una guerra nucleare semplicemente fischiando in un telefono pubblico”. Non ci credete? Mettetevi alla prova con il nostro quiz

 

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore