Previsioni 2014- Microsoft teme il versante politico della sicurezza IT

Sicurezza

Microsoft affida agli enti governativi gli sforzi di salvaguardia della privacy. Ancora i pericoli di Windows XP e del calcio in Brasile

I massimi dirigenti per la sicurezza di Microsoft hanno messo insieme una serie di previsioni per il 2014 apparse sul Microsoft Security Blog. Paul Nicholas, senior director of Global Security Strategy per la divisione Trustworthy Computing, prevede che gli sforzi del governo Usa per rafforzare la cyber sicurezza potrebbero finire per fare più male che bene se tutte le organizzazioni implicate non si coordinano e incontrano faccia a faccia. Nicholas ha sottolineato che l’imminente rilascio del Cybersecurity Framework da parte del governo Usa e le discussioni in atto all’interno della direttiva europea Network and Information Security (NIS) devono trovare un punto di accordo per non disperdere le attività di cyber security in una serie di rivoli e di approcci differenti. L’esperto di sicurezza di Microsoft teme che una serie di interventi scarsamente coordinati mettano a rischio la base mondiale dell’interno settore ICT. Prevede che nel 2014 le forze politiche, il settore privato e i vendor di ogni dimensione inizino a comprendere che l ‘armonizzazione è un imperativo e comincino ad allineare i loro approcci alla gestione dei rischi con la gestione della cybersecurity.

Secondo David Bills, chief reliability strategist di Microsoft Trustworthy Computing, le interruzioni dei servizi cloud saranno all’ordine del giorno anche per il prossimo anno per i provider di servizi IT. La chiave per stroncare le cause dei downtime è l’adozione di procedure più moderne per aumentare la capacità di ripresa comprese le analisi degli effetti e una serie programmata di prove di guasto. Integrando queste pratiche nella attività di gestione del cloud aiuterà a combattere le ragioni principali della caduta dei servizi cloud soprattutto “ i guasti dei dispostivi collegati all’affidabilità, le imperfezioni del software legate ai cambiamenti ambientali , gli errori umani durante la messa in opera di questi servizi. I ricercatori per la sicurezza di Microsoft si attendono anche un incremento dei servizi cloud a livello regionale dopo le preoccupazioni riguardanti lo spionaggio nell’era post Snowden.

Un altro obiettivo di attacco sarà nel 2014 il software obsoleto e non supportato ,in primo luogo Windows XP. Microsoft stessa taglierà ogni supporto a Windows XP a partire dall’8 aprile del prossimo anno. Un occhio di riguardo anche per il social engineering e il ransomware. Il direttore di Microsoft Trustworthy Computing, Tim Rains, si attende che la World Cup in Brasile darà il via a una serie di grandi attacchi online. Come in ogni grande evento sportivo gli hacker punteranno su vie illegali per far cassa attorno all’eccitazione che coinvolge la World Cup di calcio.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore