Palo Alto Networks affina l’aggiornamento a PAN-OS versione 9.0

AutenticazioneSecurity managementSicurezza

Palo Alto Networks rilascia nuove funzionalità in grado di prevedere gli attacchi e di bloccarli. I clienti che sono in possesso di next-generation firewall che effettuano l’aggiornamento a PAN-OS versione 9.0, avranno accesso a oltre 60 nuove funzionalità e strumenti aggiuntivi

Palo Alto Networks entra nei meandri della sicurezza It, che va sempre tenuta sotto controllo e aggiornata, rilasciando nuove funzionalità in grado di prevedere gli attacchi e di bloccarli sul nascere grazie all’utilizzo dell’automazione. I clienti che sono in possesso di next-generation firewall che effettuano l’aggiornamento a PAN-OS versione 9.0, avranno accesso a queste nuove funzionalità, oltre 60 nuove funzionalità e strumenti aggiuntivi. PAN-OS versione 9.0 sarà disponibile per tutti i clienti di Palo Alto Networks con contratti di supporto in essere. Le nuove schede di elaborazione di rete per la Serie PA-7000 sono disponibili in pre-ordine da oggi, come il nuovo servizio DNS Security.

Palo Alto Networks ha svelato miglioramenti hardware e software apportati alla propria piattaforma di next-generation firewall. Secondo i ricercatori della Unit 42 di Palo Alto Networks, quasi l’80% di tutto il malware usa un DNS per creare sessioni “command-and-control”, che rende difficile individuare e bloccare gli attacchi. Il nuovo servizio DNS Security sfrutta il machine learning per bloccare in modo proattivo domini maligni e fermare attacchi in essere. Palo Alto Networks sa bene che clienti con data center di grandi dimensioni, elevati volumi di traffico cifrato e un crescente ecosistema di dispositivi IoT necessitano di prestazioni senza compromettere la sicurezza.

La Serie PA-7000, con nuove “processing card”, offre una threat prevention al doppio della velocità del competitor più performante, con decryption tre volte più rapida che in passato. Le regole dei firewall tradizionali creano pericolose lacune di sicurezza. Il nuovo Policy Optimizer consente di sostituirle con policy intuitive più sicure e facili da gestire. Semplificare la gestione di decine di regole riduce l’errore umano, una delle principali cause di data breach. Le aziende necessitano di una sicurezza consistente tra cloud pubblici e data center virtualizzati. La serie VM offre la più ampia gamma di queste due tipologie di ambienti, integrando il supporto per Oracle Cloud, Alibaba Cloud, Cisco Enterprise Network Compute System (ENCS) e Nutanix. I miglioramenti (fino a 2,5x) delle prestazioni di throughput dei firewall per AWS e Azure, uniti a scalabilità e architetture transitive, consentono di automatizzare la sicurezza per implementazioni di cloud pubblico dinamiche su ampia scala.

Prevenire attacchi e bloccarli sul nascere. Intento di Palo Alto Networks

“Palo Alto Networks ha l’obiettivo di semplificare la sicurezza sfruttando al meglio automazione e funzionalità analitiche”, spiega Lee Klarich, chief product officer.I clienti si affidano alla nostra piattaforma di next-generation firewall in virtù del nostro impegno volto a favorire una continua innovazione e a ridurre l’esigenza di prodotti stand-alone. Oggi abbiamo annunciato, tra gli altri, un nuovo servizio di sicurezza DNS che, utilizzando il machine learning, blocca attacchi furtivi mirati a sottrarre informazioni alle aziende”.

Lo scorso anno Palo Alto Networks ha condotto un’indagine dettagliata sui clienti nell’ottica di ottenere feedback utili per il miglioramento dei propri prodotti. La semplicità delle operazioni è risultata di gran lunga il motivo principale per cui i clienti scelgono di affidarsi all’azienda. Desiderano una piattaforma integrata, in grado di ridurre la complessità operativa e offrire best practice ai team di sicurezza che consentano di eliminare quasi del tutto l’errore umano.

“Abbiamo ascoltato il riscontro dei clienti, scoprendo che ciò che desiderano sono soprattutto semplicità e controllo”, aggiunge Klarich. “Con questa release, non aggiungiamo solo funzionalità nuove come il servizio di sicurezza DNS, che fa venire meno l’esigenza di adottare un altro tool standalone, ma riduciamo al minimo gli interventi manuali, tipicamente a rischio di errore umano, in modo che i team possano concentrarsi su progetti più utili e funzionali alla crescita di business”.

Serie K2
Palo Alto Networks ha inoltre annunciato la disponibilità della Serie K2, il primo next-generation firewall 5G ready del settore, sviluppato specificamente per service provider con requisiti 5G e IoT. Con la Serie K2, questi sono in grado di prevenire cyber-attacchi avanzati contro reti mobile 4G e 5G, dispositivi IoT e utenti mobile, grazie a una visibilità senza precedenti sul traffico di rete.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore