McAfee vuole assicurarsi Secure Computing

Sicurezza

L’offerta del vendor di sicurezza vale 465 milioni di dollari e punta a rafforzarne l’offerta nella protezione delle reti

McAfee ha offerto 465 milioni di dollari per acquisire Secure Computing. L’offerta è cash e pari a 5,75 dollari per azione comune. Lo specialista di sicurezza punta a rafforzare la propria offerta nel campo della protezione delle reti, che produce nel complesso un volume d’affari di 500 milioni di dollari l’anno.

L’azienda californiana Secure Computing dovrebbe portare in dote a McAfee una serie di prodotti e servizi, creati per aiutare gli utenti a proteggere il Web, e-mail, e i network. Se andasse in porto l’acquisizione, McAfee sarebbe in grado di offrire un portafoglio sicurezza, completo, single-source network, dedicato a una grande varietà di aziende, dalle piccole alle globalizzate. La tecnologia TrustedSource di Secure Computing è stata certamente un fattore nella decisione di produrre un’offerta di acquisizione, poiché può estendere la forza di McAfee nelle soluzioni per aziende di ogni dimensione. Inoltre, l’azienda di prossimo assorbimento porta in dote 22mila clienti, solo in minima parte sovrapposti ai 100mila di McAfee.

McAfee ha appena lanciato Artemis. Gli utenti che utilizzano le soluzioni antivirus della società in ambiente Windows vedono aggiornate le loro protezioni da malware . Se il software trova un programma che sospetta pericoloso manda una richiesta a un database ospitato sul server degli Avert Labs che rispondono sulla pericolosità collegandosi direttamente agli endpoint protetti da Artemis. Artemis è oggi disponibile come parte del servizio McAfee Total Protection Service per le piccole e medie imprese, ed entro fine mese anche per McAfee VirusScan Enterprise e sui prodotti McAfee consumer.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore